Forza Italia: casse vuote, si cercano sottoscrizioni. Berlusconi: "Nuova legge sul finanziamento pubblico mi impedisce di sostenere FI"

Casse vuote, Forza Italia apre alle sottoscrizioni: nel partito di Berlusconi è una perenne resa dei conti

Due giorni fa, durante il Comitato di Presidenza di Forza Italia tenutosi nella sede romana del partito a piazza San Lorenzo in Lucina, era stato Silvio Berlusconi in persona a dirlo chiaramente:

"Siamo con l'acqua alla gola, servono soldi"

L'ex premier si riferisce alle casse del suo partito, casse che ha sempre provveduto a rimpinguare con averi personali, quando l'assalto alla diligenza era ancora economicamente sostenibile: il taglio del finanziamento pubblico e le nuove modalità di finanziamento della politica (le famose sottoscrizioni liberali) potrebbero rappresentare uno spartiacque economico-finanziario non da poco per Forza Italia.

La perdita vertiginosa di consensi infatti preoccupa non poco lo stato maggiore del partito, anche in termini di sopravvivenza ai chiari di luna di questi tempi bui: già al lancio della campagna elettorale alle europee sul sito di Forza Italia era apparsa una lettera-appello agli elettori firmata da Berlusconi:

"[...] abbiamo bisogno del tuo aiuto, dell'aiuto dei nostri sostenitori per realizzare la campagna per queste elezioni europee, che saranno per noi il banco di prova fondamentale. [...] a causa della nuova legge sul finanziamento dei partiti per la prima volta in vent'anni mi vedo costretto a chiedere un sostegno economico per Forza Italia. [...] Chiedo quindi anche a te di diventare "azionista della libertà", con me e con Forza Italia."

La nuova legge sul finanziamento pubblico ai partiti infatti impedisce l'intervento di un sol uomo, come è sempre stato in Forza Italia, per sistemare i conti in rosso di un partito: questo nell'ottica di ridurre al minimo il rischio che le donazioni economiche vengano "pesate" più che "contate", cosa che è regolarmente avvenuta in passato indipendentemente dalla forma della legge sul finanziamento della politica.

Berlusconi, per intenderci, si accolla ancora il debito della "vecchia" Forza Italia: 72.290.561 euro, scrive l'HuffPost.

La nuova legge sul finanziamento ai partiti impedisce sottoscrizioni superiori ai 100mila euro, una cifra che al momento rappresenta solo una minima parte dei problemi economici di Forza Italia. E così, via alle sottoscrizioni a sostegno "della follia" di Berlusconi, una vera e propria novità per i forzisti che si trovano oggi più in difficoltà che mai: non basterebbero infatti i patrimoni personali dei membri della dirigenza per ripianare la voragine nei conti del partito.

ITALY-POLITICS-PARTIES-BERLUSCONI

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO