Le pagelle del martedì

Governo: sesta fiducia. Voto – 8. Su maestri e voto in condotta il governo chiede a Montecitorio il voto di fiducia: è la sesta volta in meno di quattro mesi di questa XVI legislatura. Pur con la maggioranza più ampia della Seconda repubblica, il Governo torna a imporre il voto di fiducia sul pacchetto scuola del ministro Mariastella Gelmini, dopo che l’aveva già fatto per l’Ici, per il pacchetto sicurezza con la norma sui processi, per la Finanziaria. Nella maggioranza (Lega) serpeggiano malumori. Indignata l’opposizione. Il Parlamento succursale del governo?

Walter Veltroni: finte. Voto – 8. Sulle riforme, il segretario dei Ds Veltroni prova ad “aprire” in modo strumentale e contraddittorio alla maggioranza: “Vengano in Parlamento con le riforme istituzionali: riduzione del numero dei parlamentari, monocameralismo, noi le voteremo. Ma il dialogo è finito”. Tant’è che torna all’affondo contro Berlusconi: “Pensa di aver preso il potere e non semplicemente di aver vinto le elezioni”. Toni sempre più accesi per alimentare il “fuoco” in vista della manifestazione del 25 ottobre e per mascherare le divisioni interne e la crisi strategica del Pd.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO