Il Senato risparmia: bravo Marini

senatoChi l’ha detto che il Palazzo ha le mani bucate? La spesa pubblica, se non proprio ridurre sensibilmente, si può contenere. Ed è già qualcosa. Almeno fa bene al morale degli italiani, se non proprio alle loro tasche. Nel 2007 il Senato della Repubblica ha speso “solo” complessivamente lo 0,07 per cento in più del 2006.

E’ un fatto quasi storico perché si tratta dell’incremento percentuale più basso degli ultimi vent’anni. Il dato consuntivo 2007 è quindi pari a 521.480.438 euro, con una differenza di appena 317 mila euro rispetto ai 521.108.954 euro del 2006. L’avanzo di esercizio è stato pari a 59,9 milioni di euro, con un miglioramento del fondo iniziale di cassa di ben 18,8 milioni.

I trasferimenti dal bilancio dello Stato (la cosiddetta “dotazione ordinaria”), che rappresentano la fonte più significativa di entrate, sono stati ridotti, nel triennio 2006-2008, di 77,5 milioni di euro rispetto agli stanziamenti originariamente richiesti al Ministero dell’economia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO