Le prime pagine dei quotidiani di oggi, 7 ottobre 2008



Il lunedì nero delle Borse e dell'economia mondiale, con il relativo tsunami che ha stravolto quotazioni e aspettative di ripresa, domina oggi incontrastato le aperture di tutti i quotidiani che, come il Giornale e l'Unità, scelgono di associare il crollo dei listini con quello delle Torri avvenuto l'11 settembre. Molti editorialisti si dedicano poi all'analisi della situazione internazionale e alla previsione degli esiti dello sconquasso di queste settimane.

Per quanto riguarda la politica, domina la scena la notizia dell'arresto dei due amministratori, di Alleanza nazionale e del Pd, che in quel di Napoli sarebbero stati contigui ai gruppi che hanno organizzato le proteste nel quartiere di Pianura contro l'apertura della discarica. Maria Stella Gelmini e la sua riforma della scuola sono ancora in prima pagina, dato che per far passare il provvedimento è stata posta la fiducia, soffiando così sul fuoco delle polemiche scoppiate intorno a grembiulini e maestri unici. La Stampa ospita un intervento del Presidente della Repubblica, che garantisce un attento controllo sull'uso e l'abuso dello strumento del decreto legge da parte dell'esecutivo Berlusconi III.

A proposito di quanto avviene oltre le nostre frontiere, Libero ci informa che in Cina ci sono più cristiani che comunisti mentre il Corriere rivela che il movimento libanese Hezbollha si è riarmato alla grande approfittando della tregua.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO