Elezioni comunali 2014. Festeggiano M5S e Pd. Renzi: "Fine delle posizioni di rendita"

I Democratici brindano alla vittoria ma pesa il risultato a Livorno e Perugia


    Aggiornamento 19:00 - Dal Vietnam, dove si trova in visita, il premier Renzi commenta i risultati dei ballottaggi:

    È la fine delle posizioni di rendita elettorale, è finito il tempo in cui qualcuno sa che in quel posto si vince di sicuro

    Riconosce la sconfitta a Livorno e Perugia ma dice anche "Finisce 20 a 1, altro che frenata"

Chiuse le urne per i ballottaggi delle elezioni amministrative (manca solo la Sicilia, dove lo spoglio comincia in questi minuti) è ovviamente tempo di bilanci. E, come da tradizione, tutti festeggiano e nessuno accetta la sconfitta. Ma una volta tanto è vero che tutti hanno motivi per festeggiare.

Festeggia il Pd, che porta a casa alcune importanti vittorie (soprattutto al Nord, dove strappa al centrodestra roccaforti importanti come Bergamo e Pavia) e chiude così una tornata di amministrative decisamente positiva grazie al cosiddetto "effetto Renzi". Peccato però per la macchia della sconfitta in due comuni "rossi" come Perugia e, soprattutto Livorno, ma pesa anche Padova, dove il dopo-Zanonato (l'ex ministro è stato sindaco quasi ininterrottamente per un ventennio) finisce nelle mani del leghista Bitonci.

Ma, al di là dei singoli casi (pur pesanti, come testimonia la prima pagina dell'Unità di oggi, che parla di "ferita") i numeri sono dalla parte dei democratici, come sottolinea il vicesegretario Guerini:

I numeri non mentono: abbiamo conquistato 160 comuni sopra i 15mila abitanti, 32 in più rispetto a prima e siamo passati da 15 a 19 capoluogo di provincia. In particolare abbiamo preso tutto il nord. Ad esempio ricordo ancora quando da sindaco di lodi ero l'unico amministratore del centrosinistra di una città capoluogo in tutta la regione. Oggi in lombardia governiamo in tutti i capoluogo, eccetto varese

Ma festeggia anche il Movimento 5 Stelle, che al primo turno non aveva certo brillato. Conquista un nuovo capoluogo, Livorno, dall'alto valore simbolico, vince anche a Civitavecchia, ed è ancora in corsa a Bagheria. Numeri certamente meno eclatanti del Pd, ma al di là delle previsioni di vittoria schiacciante di Grillo alla vigilia delle europee, si tratta di un buon successo. Lo stesso Grillo, su Facebook, parla di "Sindaci 5 Stelle sempre di più virus inarrestabile", e sul blog Giancarlo Cancelleri fa i complimenti ai neo-sindaci.

E il centrodestra? Qui c'è poco da festeggiare, se non la vittoria (storica) a Perugia. A Padova la vittoria è arrivata grazie alla Lega, e per il resto al Nord è stata una disfatta (particolarmente dolorosa quella di Pavia, con cui viene spazzato uno dei possibili leader futuri di Forza Italia, Alessandro Cattaneo), tanto che Giovanni Toti parla di "questione settentrionale" e Carfagna e Fitto chiedono di nuovo di "rifondare il partito".
grillo-renzi-incontro

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO