Piemonte, undici assessori per la giunta Chiamparino

Fra gli undici assessori, quattro donne, tanti ex sindaci e tre non eletti. Antonio Saitta lascia la presidenza della provincia di Torino per la Sanità

Ieri è arrivato in regione in bicicletta, per iniziare con la giusta pedalata la sua nuova vita da governatore e sottolineare, a partire dal look e dall’informalità degli atteggiamenti, la discontinuità con la precedente giunta dell’underwear verde e dei rimborsi facili, oggi, invece, Sergio Chiamparino ha presentato la sua squadra. Saranno undici gli assessori di Palazzo Lascaris che affiancheranno l’ex sindaco di Torino nella sua nuova avventura politica.

Sergio Chiamparino ha detto che il Piemonte avrà “una guida solida e sicura, in linea che con le grandissime aspettative che ci attendono”. Chiamparino ha inoltre detto di avere voluto evitare il “torinocentrismo”, cercando di riequilibrare, con le proprie scelte, il rapporto fra capoluogo e province. Il presidente avrà la delega agli Attività internazionali e ai Grandi eventi ("che peraltro non ci sono, ma non si sa mai")

Fra gli undici assessori vi sono quattro donne, tre esterni (ossia non eletti) e il 60% di esponenti del Pd.

Vediamoli nel dettaglio. Il più noto è, senza dubbio, il dimissionario presidente della provincia di Torino, Antonio Saitta, chiamato a risolvere il difficile rompicapo della Sanità piemontese. Saitta lascerà la guida della provincia a fine mese. Gianna Pentenero, già assessore durante la giunta Bresso, è stata scelta per Istruzione, formazione professionale e lavoro. L’ex sindaco di Fossano, Francesco Balocco, è il nuovo assessore ai Trasporti, l’ex primo cittadino di Cuneo, Alberto Valmaggia, è il nuovo assessore ad Ambiente, parchi montani, foreste, programmazione territoriale e protezione civile.

L’assessore all’Agricoltura, caccia e pesca sarà Giorgio Ferrero, già presidente della Coldiretti piemontese, mentre Giuseppina De Santis curerà Attività produttive, innovazione, partecipate, rapporti con atenei e centri di ricerca pubblici e privati. Cultura, turismo e promozione finiscono nelle mani di Antonella Parigi, direttrice del Circolo dei Lettori di Torino, mentre Giovanni Maria Ferraris è l’assessore allo Sport, personale e polizia locale. Giovani, diritto allo studio universitario, cooperazione decentrata, diritti civili, pari opportunità, politiche per l’immigrazione vanno a Monica Cerutti, mentre le Politiche sociali della famiglia e della casa sono da oggi nelle mani di Augusto Ferrari. La Vicepresidenza e il Bilancio sono di Aldo Reschigna, già capogruppo Pd in giunta regionale durante l'ultima legislatura.

Sergio Chiamparino

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO