La CAI alza i prezzi dei biglietti di Alitalia?


La vicenda Alitalia ha occupato i media per così tanto tempo e in maniera così intensa che ora, comprensibilmente, si è entrati in una fase di rigetto, ovvero di completo silenzio sulla questione, complice anche la crisi finanziaria mondiale. E' un peccato però, perchè proprio in questo momento rischiano di succedere molte cose interessanti.

Prendiamo ad esempio quanto riporta l'Espresso sulle prime manovre di Colaninno & co.; secondo l'economista Andrea Guiricin infatti:

il viaggiatore che utilizzerà la nuova compagnia di bandiera per spostarsi all'interno dei confini nazionali subirà costi superiori del 32% rispetto alla vecchia Alitalia e del 36% rispetto a quanto pagato, ad esempio, da Iberia nei cieli spagnoli.

La politica della CAI sarebbe infatti quella di alzare le tariffe in Italia, dove grazie alla situazione di quasi monopolio di cui gode (soprattutto sulla fondamentale tratta Roma-Milano) complice anche la sospensione delle attività dell'Antitrust, la domanda non potrà rivolgersi ai concorrenti. Tutto questo allo scopo di abbassare invece le tariffe sui collegamenti verso l'estero, dove invece Alitalia subisce fortemente la concorrenza.

Pare dunque che i cittadini italiani non abbiano finito di pagare per le colpe dei suoi politici e dei suoi manager, dopo aver già dovuto accollarsi i milioni di debito della parte "malata" di Alitalia.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO