“Berlusconi abbandona la Georgia per compiacere Putin”: Paolo Guzzanti critica il premier.. e vomita


Il deputato del Popolo della libertà Paolo Guzzanti è in rotta di collisione con il suo premier nonché leader. Il motivo del contendere riguarda il rapporto, stretto ed affettuoso, tra Silvio Berlusconi e Valdimir Putin, zar di Russia. La misura è stata colmata dalle ultime dichiarazioni rilasciate dal premier durante una riunione con i deputati del Pdl: il presidente della Georgia Saakarsvili, secondo Berlusconi sarebbe come Saddam Hussein e quindi benissimo avrebbe fatto Vladimir e spezzargli le reni.

Guzzanti arriva a parlare di “connubio moralmente indecente” e di istinto al vomito di fronte alle asserzioni del suo capo, ricordando che zar Putin è l'uomo sospettato di aver fatto assassinare Litivinenko e la giornalista Anna Politkovskaya, oltre ad aver materialmente raso al suolo la Cecenia.

L'onorevole Guzzanti dovrebbe anche domandarsi come mai un uomo ossessionato dai comunisti (tipo Prodi e Veltroni) riesca ad essere tanto amico e tanto intimo con un personaggio, Vladimir Putin, che in quanto colonnello del Kgb ha rappresentato l'anima più nera del tanto odiato sistema sovietico.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO