Anticorruzione, Cantone vigilerà sui contratti pubblici

Raffaele Cantone sarà Commissario straordinario dell'Autorità per la vigilanza sui contratti della PA

Oggi il presidente dell’Autorità Anticorruzione, Raffaele Cantone, è stato “nominato Commissario straordinario dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici” ed entro la fine del 2014 avrà il compito di presentare un piano per la transizione delle competenze di sorveglianza dei contratti della Pubblica Amministrazione, dall’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici all’Autorità Anticorruzione.

Nella bozza che fra pochi minuti andrà in Consiglio dei Ministri si parla anche di poteri sanzionatori dell’Authority.

Sempre per quanto riguarda l’Authority è prevista, con decorrenza dal mese prossimo, una riduzione non inferiore al 20% del trattamento economico accessorio del personale dipendente, dirigenti inclusi. A partire dal 1° ottobre gli organismi dovranno ridurre del 50% (rispetto al 2013) sia le spese di consulenza che quelle di ricerca.

La Pubblica Amministrazione potrà mandare un pensione tutti coloro che abbiano maturato i requisiti per la pensione anticipata: 42 anni e 6 mesi di servizio per gli uomini, 41 anni e 6 mesi per le donne. Per quanto riguarda la mobilità senza assenso, uno dei nodi centrali del braccio di ferro con i sindacati, i dipendenti potranno essere spostati sempre nello stesso comune e in un qualsiasi ufficio pubblico in un raggio inferiore ai 50 km.

Nella bozza contenuta anche una norma secondo la quale gli importi annuali delle tasse sulle auto potranno aumentare nel 2015 per non più del 12%. Le province autonome di Trento e Bolzano avranno la possibilità di istituire l’imposta regionale di immatricolazione dei veicoli.

Raffaele Cantone

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO