Farage nei guai per finanziamenti elettorali non dichiarati

Il leader dell’Ukip, il partito in trattativa con il Movimento 5 Stelle per la formazione di un nuovo eurogruppo, indagato per la mancata dichiarazione di 205mila sterline di finanziamenti elettorali

Nigel Farage, il leader dell’Ukip che tanto piace a Beppe Grillo e molto meno alla base del Movimento 5 Stelle, è accusato di non avere rispettato la legge elettorale non dichiarando 205mila sterline (250mila euro) ricevute begli ultimi 14 anni.

La Commissione elettorale britannica sta valutando ulteriori azioni nei confronti di Nigel Farage. L’uomo dovrà rispondere alle domande della Commissione che ha il compito di vigilare su finanziamenti ai partiti: Farage dovrà chiarire anche le modalità con le quali John Longhurst, sostenitore del suo partito, ha messo a disposizione dell’Ukip il suo ufficio di Littlehampton.

Qualora dovesse essere accertata la violazione della legge elettorale, Farage rischierebbe una multa fino a 20mila sterline e una condanna a 12 mesi di carcere. Le donazioni ricevute per le campagne elettorali devono essere dichiarate alla Commissione entro 30 giorni dall’accettazione, una scadenza che Farage non ha rispettato. La linea difensiva di Farage, esposta da un portavoce dell’Ukip, è chiara: le donazioni sono state dichiarate al Parlamento Europeo, ritenuto il luogo più naturale in cui in cui effettuare le donazioni a favore di un europarlamentare. Inoltre, gli esponenti hanno detto di avere comunicato, sin dal 2001, l’utilizzo dell’ufficio di Littlehampton in comodato gratuito.

Una situazione spiacevole per il leader del partito con cui Beppe Grillo ha avviato una trattativa per la formazione di un gruppo all’europarlamento.

La questione è emersa in aprile quando Farage è stato raggiunto da una richiesta di chiarimenti sulle donazioni non in denaro ricevute da Longhurst. Secondo quanto pubblicato dal Times nelle scorse settimane, Farage aveva ricevuto 15mila sterline all’anno (18.600 euro) quale rimborso per le spese di ufficio, poiché le spese effettive sarebbero state soltanto di tremila sterline all’anno. Un affitto di tutto favore. Che anche Farage come un suo illustre predecessore e collega non fosse informato sulle tariffe delle locazioni?

Nigel Farage Speech At UKIP Public Meeting In Basingstoke

Via | The Guardian

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO