9 ottobre 2008: 41 anni fa moriva Che Guevara

Il settimanale americano Time lo colloca tra i 100 personaggi più importanti del secolo scorso: nonostante il comunismo abbia perso la sua forza, Che Guevara rimane un forte simbolo di ribellione e dello spirito rivoluzionario. Quando fu ucciso nella giungla boliviana Ernesto Guevara era già diventato una leggenda per una intera generazione, non solo in America latina ma in tutto il mondo. La sua esecuzione, avvenuta il 9 ottobre 1967 nella scuola di Vallegrande, non fece che aumentare l’alone di mito che lo circondava e che l’involuzione del regime cubano negli anni successivi alla sua morte non hanno intaccato.

Argentino di nascita e cubano di adozione, Che Guevara teorizzò e cercò di mettere in pratica un sistema politico e sociale non fondato sullo sfruttamento dei poveri e degli indigeni da parte delle oligarchie e dei dittatori che, quasi tutti sostenuti dagli Stati Uniti, governavano a proprio piacimento molti stati del continente sudamericano. Anche a causa dell’embargo statunitense, il regime che contribuì a creare a Cuba non è diventato un modello per il resto del mondo e col passare degli anni ha dimostrato anzi tutti i suoi limiti. Nonostante la sua scelta di combattere in prima persona contro un sistema palesemente sbagliato, a 41 anni dalla sua morte si può dire che le sue teorie e i suoi insegnamenti non abbiano lasciato traccia in un’America Latina dove, infatti, povertà e disuguaglianza continuano a dominare la scena.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO