Berlusconi contro la magistratura, la Procura di Napoli valuta l'incriminazione per oltraggio

Berlusconi in aula ha definito la magistratura "irresponsabile e incontrollabile".

Dopo le dichiarazioni di Silvio Berlusconi contro la magistratura definita "irresponsabile e incontrollabile", la Procura di Napoli sta valutando la possibilità di aprire contro l'ex Cavaliere un procedimento per il reato di oltraggio a magistrato in udienza.

All'inizio della prossima settimana, quando sarà disponibile la trascrizione delle dichiarazioni di Berlusconi durante l'udienza di ieri a Napoli, il procuratore Giovanni Colangelo e i pm Henry John Woodckock e Vincenzo Piscitelli esamineranno il verbale e decideranno se trasmetterlo al Tribunale di Sorveglianza di Milano che, lo ricordiamo, dopo aver concesso a Berlusconi l'affidamento in prova ai servizi sociali aveva anche detto che sarebbe stato revocato se il leader di Forza Italia avesse diffamato i giudici.

Processo Lavitola, Berlusconi in tribunale: "Magistratura irresponsabile"


Giovedì 19 giugno 2014

Show di Berlusconi, presente oggi al Tribunale di Napoli in qualità di testimone al processo contro Valter Lavitola, il faccendiere ex direttore de L'Avanti! accusato di un presunto ricatto ai danni di Impregilo in relazione ad appalti a Panama. Berlusconi è stato citato dai pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock. L'ex premier è stato convocato e si è presentato in aula dopo diversi tentativi di sottrarsi.

E dopo poche domande da parte dei giudici, è partito il duro botta e risposta. A Berlusconi è stato chiesto conto della presunta tentata corruzione da parte di Valter Lavitola a Impregilo, e dopo alcune domande l'ex Cavaliere ha sbottato "Non capisco la necessità di chiedermi queste cose”, al che il giudice Giovanna Ceppaluni, che presiede il collegio giudicante, ha risposto "Non c'è alcun bisogno che lei capisca, deve solo rispondere. Funziona così".

La risposta ha indispettito Berlusconi, che ha attaccato la magistratura che "è incontrollabile, irresponsabile e gode di una piena impunità". Il pm Vincenzo Piscicelli è intervenuto per protestare mentre Ceppaluni ha chiosato "ed è tutelata da un codice penale”. Berlusconi ha cercato di replicare “Sono rispettoso delle istituzioni, posso solo aggiungere…”, ma qui Ceppaluni ha tagliato corso: “Lei e un teste e risponde solo alle domande”.

In precedenza l'ex premier era stato accolto dai fischi all'arrivo in Tribunale. Berlusconi è stato interrogato riguardo una telefonata fatta a Massimo Ponzellini, ex amministratore di Impregilo, nel 2011 su richiesta di Lavitola. Nella telefonata Berlusconi aveva fatto pressioni su Impregilo per la costruzione di un ospedale a Panama, opera su cui aveva interessi Lavitola. Berlusconi si è detto "fiero" di aver fatto quella telefonata.

ITALY-POLITICS-CRIME-BERLUSCONI-TRIAL

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO