Riforme: Grillo: "Renzi, ci stai o no?". E lui: "Vediamoci mercoledì"

Beppe Grillo aveva chiesto ancora a Renzi di dialogare sulle riforme


Nel pomeriggio Beppe Grillo aveva provocato Renzi via Twitter


e a stretto giro il premier ha replicato con una lettera (molto) formale al M5S

Nessuno ha la verità in tasca, tutti possono dare una mano, io almeno la penso così. C'è molto da fare e non c'è tempo da perdere. Vi propongo di vederci mercoledì in un orario da concordare insieme. Vi chiedo soltanto di conoscere meglio l'interlocutore della vostra richiesta di dialogo. Mi avete scritto come presidente del Consiglio e dunque possiamo vederci a Palazzo Chigi con una delegazione dell'esecutivo. Ma - aggiunge - avete anche evidenziato nel vostro ragionamento l'importanza del successo elettorale (sottolineatura di cui vi sono personalmente grato) che come è ovvio è un successo elettorale non del governo, ma del Partito democratico. Se preferite confrontarvi con noi come Pd, allora organizziamo una delegazione del partito e dei gruppi parlamentari. Aspetto vostre nuove. Nel frattempo buon lavoro e viva l'Italia

Riforme, incontro tra Boschi, Quagliariello e Romani


Ieri Matteo Renzi aveva detto che "L'accordo sulle riforme è alla stretta finale". Oggi a dar seguito alle sue parole ci pensa il ministro Boschi, che ha intavolato una serie di incontri con gli "emissari" di NCD e Forza Italia in materia, ovvero Gaetano Quagliariello e Paolo Romani. Boschi ha incontrato entrambi, separatamente, e dai colloqui il ministro ha tratto segnali positivi per una rapida chiusura della partita.

Al tavolo delle riforme c'è però un convitato di pietra, ovvero Beppe Grillo che nei giorni scorsi si "autoinvitato" a discutere con il premier della proposta di riforma elettorale, il Democratellum, del M5S. Tutto questo mentre però gli altri attori della partita avevano già raggiunto una bozza di intesa. Perciò, il fatto che oggi il governo sia andato avanti per la propria strada senza includere gli ora dialoganti pentastellati non poteva che suscitare la reazione di Grillo, che via Twitter accusa l'esecutivo.


Ma cosa si sono detti oggi Boschi, Quagliariello e Romani? Di sicuro, nell'incontro con il capogruppo di FI si è tornato a parlare della proposta di presidenzialismo, che ieri Renzi aveva giudicato "inopportuna". Romani ha ribadito a Boschi l'intenzione di Forza Italia di andare avanti su questa strada, ma questo non dovrebbe intralciare il cammino della riforma della legge elettorale e del Senato, che potrebbe arrivare in aula già all'inizio di luglio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO