Riforma Gelmini: il maestro unico sarà anche vecchio?


C'è un dettaglio della riforma dell'istruzione di Mariastella Gelmini, ormai in avanzata fase di approvazione, che forse non ha ancora attirato l'attenzione che merita. L'ex ministro dell'Istruzione Fioroni ha dichiarato infatti a "Repubblica" che:

Saranno 225 mila i posti di lavoro tagliati in tre anni ed il maestro unico avrà, in media, tra i 55 e i 60 anni. Con la manovra finanziaria e il decreto i nostri ragazzi avranno gli stessi stimoli che avevano gli alunni di 60 anni fa, in una società post-contadina che doveva combattere l'analfabetismo

Non abbiamo dati di dettaglio che ci permettano di capire se l'analisi dell'ex ministro é corretta, o se invece deriva unicamente dall'acrimonia del predecessore. Però possiamo fin da ora affermare che l'invecchiamento del corpo docente alle elementari è un esito molto plausibile dei tagli di personale: questo perché le rigide graduatorie degli insegnanti sono fondate sull'anzianità di servizio molto più che sul merito. Facile dunque che i primi ad essere "fatti fuori" siano proprio i giovani insegnanti, che magari hanno contratti precari.

Una conseguenza che potrebbe contribuire ad un abbassamento della qualità dell'insegnamento, se si considera che ad oggi gli insegnanti giovani sono i più preparati - ad esempio - per quanto riguarda le lingue straniere. Tuttavia nel nostro - che ormai è davvero un paese per vecchi - anche questo dettaglio della riforma potrebbe trovare qualche favore presso l'opinione pubblica.

Foto: kevindooley, Flickr.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO