30 migranti morti nella notte. Salvini: Alfano e Renzi sporchi di sangue

E il neo presidente della Commissione europea Juncker pensa a un commissario

La nuova tragedia dell'immigrazione avvenuta nella notte nel canale di Sicilia non manca di scatenare reazioni politiche e prese di posizione polemiche. Il primo a intervenire dopo la notizia della morte dei 30 migranti è stato il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, che ha ripreso a cavalcare la sua posizione anti-immigrazione attaccando direttamente il premier e il ministro degli interni.

Altri 30 morti su un barcone. Altri 30 morti sulla coscienza di chi difende Mare Lorum. Fermare le partenze, aiutarli a casa loro, subito! Le camicie di Renzi e Alfano sono sporche di sangue. O no?

Scrive il leader del Carroccio su Facebook, in un post che è poi sparito dalla pagina ufficiale di Salvini ma è stato salvato in diversi screenshot. Poco dopo, il leader leghista ha postato su Twitter un tweet dal contenuto simile ma "ripulito" del riferimento alle camicie sporche di sangue.



Sia pure con toni più moderati, anche da parte di Forza Italia arrivano nette critiche all'operato del governo in materia di immigrazione e in particolare all'operazione Mare Nostrum.

Ma è dall'Unione Europea, più volte chiamata in causa per la gestione dell'immigrazione, sembra pronta a intervenire. Il neo presidente della Commissione Europea Jean Claude Juncker starebbe pensando, secondo indiscrezioni raccolte da Repubblica, a un commissario ad hoc per l'immigrazione, anche se il tema non sarà affrontato prima del 16 luglio, giorno della nomina ufficiale per Juncker.

Matteo Salvini

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO