Nicolas Sarkozy in tv: "Sono scioccato. Mi hanno voluto umiliare"

Sarkozy è indagato per corruzione, "traffico di influenze" e violazione del segreto istruttorio.

21:45 - Nicolas Sarkozy ha rotto il silenzio e in tv ha detto, durante il Tg delle 20, di essere shoccato, ecco le sue parole:

"La situazione era sufficientemente grave perché dicessi ai francesi a che punto è arrivata oggi la strumentalizzazione politica della giustizia di oggi, mi hanno voluto umiliare. Si sta facendo di tutto per dare di me un'immagine che non è conforme alla verità. Voglio dirlo a chi ci ascolta e a chi ci guarda: non ho mai tradito la loro fiducia. Mai ho commesso un atto contrario ai principi repubblicani o allo Stato di diritto"

Sarkozy ha detto che si assumerà tutte le sue responsabilità se verrà provato che ha commesso degli errori e sembra intenzionato a non abbandonare la politica. Poi ha detto:

"Non ho mai fatto nulla che potesse tradire i francesi"

18:50 - L'ex presidente della Francia Nicolas Sarkozy ha lasciato la sua residenza. Nel suo entourage si parla di complotto e di strumentalizzazione politica dei magistrati. Questa sera si presenterà in prima persona a spiegare che cosa sta succedendo in diretta tv alle 20 sulla tv privata TF1 e su radio Europe 1.

11:20 - Nicolas Sarkozy è stato rilasciato ed è rientrato a casa sua con la stessa auto con cui ieri era andato a Nanterre. Gli è stata notificata l'apertura di un'indagine a suo carico, ma non ci sono provvedimenti restrittivi della libertà nei suoi confronti.

Aggiornamento mercoledì 2 luglio 2014 - Nicolas Sarkozy è stato messo in stato d'accusa da un giudice istruttore di Parigi: i reati da lui commessi sarebbero corruzione, "traffico di influenze" e violazione del segreto istruttorio. La procura nazionale francese per i reati finanziari, dopo 15 ore di fermo per l'interrogatorio dell'ex presidente, ha chiesto e ottenuto il provvedimento questa notte.

Per "traffico di influenze" nel diritto francese si intende la mediazione illecita volta a compiere atti contrari al dovere d'ufficio di un pubblico ufficiale.
Per il giudice Azibert l'accusa è di ricettazione della violazione del segreto professionale, traffico di influenze passivo e corruzione passiva. Dalle intercettazioni risulta che Sarkozy chiedeva più volte all'amico giudice informazioni su che cosa la Cassazione stava decidendo sulle inchieste che lo riguardavano, in particolare lo scandalo Bettencourt, ossia le tangenti dell'ereditiera di L'Oreal per la campagna elettorale del 2007, i finanziamenti illeciti dalla Libia e l'intromissione nella disputa tra Bernard Tapie e la banca Crédit Lyonnais.

Sarkozy fermato dalla polizia


Martedì 1 luglio 2014

Nicolas Sarkozy è stato fermato questa mattina dalla polizia francese. L'ex presidente è accusato di violazione del segreto istruttorio e concussione. Poco prima delle 8 di oggi è stato interrogato dalla polizia giudiziaria di Nanterre.

L'inchiesta che lo riguarda ha visto già lunedì il fermo del suo avvocato Thierry Herzog e di due magistrati, Gilbert Azibert e Patrick Sassoust. Sarkozy sarebbe accusato di aver cercato di ottenere informazioni relative ad un'inchiesta che lo riguardava, quando era presidente francese. Per farlo, avrebbe offerto favori politici ad alcuni magistrati.

Notizia in aggiornamento

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO