Il futuro del capitalismo secondo Internazionale


In molti, nelle ultime settimane, si sono interrogati sul futuro del sistema capitalistico, sulla sua capacità di reggere a questa spaventosa crisi e soprattutto sul suo snaturarsi, con evidenti aperture stataliste, ricorrendo alla “nazionalizzazione” di importantissimi istituti finanziari per evitare un tracollo sociale oltre che economico.

Che ne sarà quindi del capitalismo? Il settimanale Internazionale in edicola da oggi (non fatevi ingannare dal nome e dalla copertina, non si tratta di una pubblicazione sovversiva dei comunisti...) propone analisi e interessanti approfondimenti: “Il crollo di Wall Street non mette in gioco solo la solidità delle banche, ma l'intero sistema capitalistico. È finita l'epoca d'oro del libero mercato e del credito facile. Ne comincia una con più regole e controlli”.

All'interno potete inoltre leggere articoli e riflessioni, firmati tra l'altro da Noam Chomsky, sugli effetti imprevisti dei mutui a rischio (La crisi colpirà anche l'economia reale. E si profila uno scenario mondiale in cui l'America sarà ridimensionata), sul “Popolo sovrano e il mercato che non vuole” (Campagna presidenziale e crisi finanziaria sono simili: i cittadini devono combattere per avere più democrazia) e sul “Socialismo di stato all'americana” (È strano definire il piano per salvare Wall Street una misura socialista. In realtà è concepito per aiutare i ricchi ).

Si tratta di 3 euro spesi bene e poi sempre meglio che investirli in borsa...

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO