Il patto segreto tra Renzi e Berlusconi

Sospetti che arrivano direttamente da Forza Italia. Ci sarà qualcosa di vero?

Ma perché Berlusconi continua a tenere in piedi il patto del Nazareno con Matteo Renzi? Lo stesso Cavaliere che negli anni ha mandato all'aria la bicamerale, che ha fatto saltare in poche settimane la "legislatura costituente" che avrebbe dovuto fare con Walter Veltroni e che ha messo in trappola quasi ogni avversario che gli sia capitato tra le grinfie. Adesso, invece, sembra che Berlusconi non riesca a liberarsi dell'incantesimo di Renzi, continuando ad appoggiare le riforme del governo andando contro ogni logica elettorale (le uniche che il leader di Forza Italia abbia mai seguito in politica).

Sarà anche vero che Berlusconi vuole intestarsi il ruolo di "padre della patria", che vuole finalmente riuscire a lasciare quel marchio che gli consentirà di trovare un suo paragrafo (positivo) nei libri di storia; ma è anche vero che se l'Italicum e la riforma del Senato andranno in porto il grosso del merito se lo intesterà Renzi, e non certo Berlusconi. Il che sarebbe invece doppiamente controproducente per Forza Italia: da una parte ancora più ex elettori di Forza Italia saranno tentati dal votare Partito Democratico; dall'altra - una volta portata a termine la riforma elettorale - Renzi potrebbe decidere di andare al voto in ogni momento, aspettando solo l'attimo più favorevole (al momento, a nessun'altra forza politica conviene misurarsi con le urne).

Insomma, apparentemente l'unico risultato che Berlusconi potrebbe ottenere dal suo patto con Renzi è un posticino nei libri di storia (forse), mentre pagherebbe carissimo in termini di consenso elettorale, rischiando contemporaneamente di andare al voto. Ragion per cui le truppe di Forza Italia sono in subbuglio, anzi sono ormai in ribellione aperta contro un capo sempre meno carismatico, in piena parabola discendente e che non sembra più fare gli interessi del partito. Ma se non sta facendo gli interessi del suo partito, che interessi sta facendo?

Berlusconi avrà anche perso qualche colpo, ma non è pensabile che una volpe del suo calibro abbia improvvisamente deciso di cedere su tutta la linea, qualche convenienza per continuare a tenere in piedi il patto con Renzi ce l'avrà senz'altro. E qualche ipotesi su quali queste convenienze potrebbero essere arrivano dall'interno della stessa Forza Italia. Le riporta l'HuffPost:

Aleggia il sospetto che Berlusconi abbia negoziato più in termini personali che politici. “Ci ha venduto a Renzi per tutelare se stesso e le aziende”: è questa la frase ripetuta a microfoni spenti da truppe mai tanto deluse e sconfortate. Una vendita che ha (...) a che fare soprattutto col quel partito Mediaset, diventato un grande supporter di Renzi. In fondo, dice chi sa davvero le cose, l’unico settore dove Renzi non ha asfaltato un bel niente è quello delle concessioni tv. E anche sulla Rai ha annunciato tagli più che riforme che possano stimolare Mediaset in un’ottica di concorrenza. Un business che vale un Senato, un po’ come una messa per Parigi. Aziende, ma anche giustizia. Nel senso di “riforma”: “Renzi – dice l’ex premier – ci ha assicurato che ci coinvolgerà”. Non sarebbe un caso che Renzi l’abbia annunciata ma senza portare un provvedimento concreto, a partire dal falso in bilancio. E giustizia significa anche nomine. Fonti vicine a Berlusconi assicurano che sui due membri del Csm e della Corte costituzionale è in corso una trattativa. Preparata da Verdini e Lotti, ma su cui ci sarebbe stato uno scambio con Berlusconi. Insomma, per il partito Mediaset l’attuale situazione assomiglia tanto a una specie di “appoggio esterno al governo” grazie al tavolo delle riforme. Una manovra in cui il sacrificio di Forza Italia è un costo calcolato per restare nel gioco che conta.

Per restare nel gioco che conta, e poter di conseguenza provare a favorire Mediaset e a strappare qualche garanzia in materia giudiziaria. In cambio Renzi otterrebbe il via libero alle due riforme istituzionali promesse agli italiani. Sempre che le letture interne di quanto sta avvenendo possano essere ritenute attendibili.

renzi-berlusconi1-620x350

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO