Commissione Ue: il ministro dell'Economia sarà socialista

E così, la flessibilità dei conti potrebbe battere un colpo.

Le trattative tra Ppe e Pse per avere l'appoggio dei socialisti alla carica di presidente della Commissione Ue a Jean-Claude Juncker iniziano a dare i loro frutti. Fin dall'inizio, con il pressing in primis di Martin Schulz e Matteo Renzi, si era detto che l'accordo doveva inevitabilmente passare dall'accettazione dei popolari (e quindi di Angela Merkel) di un netto cambio di passo rispetto alle politiche di rigore imposte fino a oggi.

Cambio di passo che significava soprattutto meno rigidità nei confronti del rispetto del Patto di Stabilità, in modo da consentire ai paesi di puntare con più convinzione su misure di stimolo alla crescita e di lotta alla disoccupazione. Ora questa linea sembra dare un primo risultato: il prossimo commissario agli Affari Economici e Monetari sarà un socialista, l'annuncio l'ha dato direttamente Juncker.

E così viene superata anche l'ipotesi di un commissario all'Economia del Ppe, ma più morbido del finlandese Jyrki Katainen che sembrava essere in pole position. Alla fine, invece, è arrivata la sorpresa: una delle poltrone più di peso all'interno della Commissione Ue andrà al Pse. L'Italia, ovviamente, festeggia: "Juncker annuncia un Commissario agli Affari economici socialista e smentisce così gli attacchi della Bundesbank e del capogruppo del Ppe all'Italia e al programma di riforme che il nostro governo vuole avviare anche in Europa: Italia batte Germania 1 a 0", questa la lettura di quanto avvenuto dell'eurodeputata Pd Alessandra Moretti.

La linea che il prossimo commissario all'Economia seguirà sarà improntata sul garantire più flessibilità sul trattato di stabilità, una politica migratoria comune, un'iniziativa sul salario minimo e una forte azione contro i paradisi fiscali. Non solo: Juncker ha anche detto di voler "superare" la temutissima troika Ue-Bce-Fmi in favore di uno strumento più democratico in cui proprio il Fondo Monetario Internazionale abbia meno peso. Il tutto affinché "il treno europeo non deragli".

IRELAND-EU-POLITICS-EPP-VOTE

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO