Francesca Pascale contro Daniela Santanchè, il duello a colpi di dichiarazioni

La compagna dell'ex-Cavaliere e "la Pitonessa" si scontrano sull'iscrizione all'Arcigay di Francesca Pascale, ma è ruggine di vecchia data

L'ultima occasione pubblica di rilievo in cui si ricorda Daniela Graniero Santanchè risale a circa un anno fa: era il 4 agosto 2013 e "la Pitonessa" si affacciava dal balcone di Palazzo Grazioli a salutare la folla festante di manifestanti berlusconiani che acclamavano il loro leader nel giorno più buio della sua vita (giudiziaria), quello della condanna in Cassazione.

Da allora in casa Forza Italia, ma sopratutto in casa Berlusconi, è successo qualcosa: ne abbiamo potuto leggere le cronache da salotto grazie a Carmelo Lopapa su Repubblica, ne abbiamo spettegolato al bar e dal barbiere, ne abbiamo annusato l'odore acre di tensione al napalm grazie alle pubbliche dichiarazioni, spesso al vetriolo. Da ieri ne abbiamo l'assoluta certezza: tra la fidanzata Francesca Pascale e la Pitonessa Daniela Santanchè non scorre buon sangue.

Ieri è stata per Pascale una giornata top, giornata nella quale si è mostrata forte nel suo sostegno alla leadership in Forza Italia: la sua iscrizione all'Arcigay infatti ("non è Berlusconi ad essere d'accordo con me, sono io ad esserlo con lui" ha dichiarato al telefono con La Zanzara) rappresenterà uno spartiacque tra due mondi. La Forza Italia prima di Francesca e la Forza Italia dopo Francesca.

In mattinata infatti anche Daniela Santanchè, dal salotto televisivo di La7, aveva detto la sua sull'iscrizione di Pascale e Feltri all'associazione Arcigay, criticando oltremodo la scelta (se Santanchè accomuna questa decisione ad un'iscrizione alla Fiom o a Magistratura Democratica significa solo una cosa: critica) e dicendosi vagamente contraria alla direzione intrapresa dal suo partito.

Un mal di pancia che in Forza Italia, chi a denti stretti e chi meno, manifestano in molti (a cominciare da Maurizio Bianconi, che lo urla ai quattro venti da mesi): galeotta fu proprio Francesca Pascale, che grazie all'inossidabile sostegno di Mariarosaria Rossi, senatrice della Repubblica praticamente sempre assente in Aula ma sempre presente accanto alla coppia, ha creato una sorta di camera stagna attorno alla figura di Silvio Berlusconi.

L'esclusione dal "cerchio magico" di tanti esponenti politici un tempo fedelissimi (da Daniela Santanchè a Raffaele Fitto, sono pochissime le "concessioni" di Francesca Pascale alle frequentazioni del suo fidanzato) sta infatti provocando un vero e proprio terremoto in Forza Italia.

Terremoto che ha mostrato le prime macerie ieri: intervistata da La Zanzara non appena ritirata la tessera Arcigay Francesca Pascale ha così commentato le parole della deputata forzista Santanchè:

"Nessuno le ha chiesto di iscriversi all'Arcigay. Detesto le ipocrisie [...] lei ha le sue posizioni politiche che io condivido di rado, e soprattutto non condivido stavolta"

ha tuonato Pascale, negando tuttavia che sia lei a dettare la nuova linea politica a Forza Italia. Forse al partito tutto no, ma certamente su Berlusconi sembra che la bionda partenopea abbia un'ascendenza assoluta: ascendenza che porta incredibilmente l'ex Cavaliere a sedersi sul divano ogni sera per guardare un po' di televisione. Un tempo avrebbe fatto altro.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO