Matteo Renzi: "Superare il tabù del bicameralismo. Le riforme procedono, presto rivoluzione copernicana della PA"

Il Premier a tutto campo in conferenza stampa dopo il Consiglio dei Ministri: ha parlato di riforme (Terzo settore, PA, Senato), di Alitalia-Ethiad, dei rapporti con il MoVimento 5 Stelle.

20:25 - Il Premier Matteo Renzi si è presentato in conferenza stampa al termine del Cdm. Prima di presentare il lavoro fatto oggi, Renzi ha parlato della riforma del Senato e ha detto:

"È una giornata di straordinaria importanza per il Paese, il processo di riforme strutturali avviato sta producendo tappe con un ritmo giusto. Non facciamo le corse, approviamo le tappe in tempi regolari, dopo anni di rallentamenti andiamo a velocità normale. Assurdo parlare di gestione autoritaria, mi scappa un sorriso, mi piacerebbe discutere nel merito"

Renzi poi ha detto che il governo oggi ha approvato il dl sul Terzo settore che sarà illustrato domani nei dettagli dal ministro Poletti, che comprende norme sul servizio civile universale, sugli obblighi di trasparenza per gli enti che ricevono il 5x1000, la riforma del Codice civile.
Oggi inoltre il governo ha riesaminato il disegno di legge sulla Pubblica amministrazione che sarà illustrato domani dal ministro Marianna Madia. Renzi ha detto:

"Alla fine del percorso di riforma il rapporto tra cittadino e PA sarà rovesciato e dunque la PA avrà il dovere di mettere online tutti i tipi di certificati e offrire ai cittadini la possibilità di scaricarlo o di riceverlo a casa entro 48 ore. È una rivoluzione copernicana"

Approvata anche la proposta di Marianna Madia sulla Agenzia per l'Italia Digitale, tra i collaboratori ci saranno Paolo Barberis, uno dei fondatori di Dada, e Stefano Quintarelli che sarà presidente del comitato di indirizzo. Alessandra Poggiani sarà il direttore di AgID.
La direttrice dell'Agenzia per la Coesione e lo Sviluppo è Maria Ludovica Agrò.
Sulla questione Ilva, che sarà spiegata domani dal ministro dell'Ambiente Galletti, Renzi ha detto solo che non ci saranno sdoppiamenti commissariali.

Il Premier ha escluso una manovra correttiva dei conti poi continuato parlando delle riforme e dicendo che se i politici supereranno il tabù del bicameralismo perfetto sarà tutto più facile per tutti e soprattutto per i cittadini. Poi ha aggiunto che non ha paura del voto dell'Aula. E ha aggiunt che le "previsioni dei gufi che dicevano che le riforme" non si saranno mai fatte sono stati smentiti.
Poi Renzi ha denunciato che c'è un continuo riferimento alle cose che non vanno e non si evidenzia il fatto che l'Italia sta cambiando. Inoltre ha detto che spera di incontrare il MoVimento 5 Stelle la prossima settimana e che ci sono molti punti in comune tra le loro idee e quelle del Pd.
"Rimettiamo in moto la speranza e vedremo che l'Italia vincerà anche contro le previsioni pessimistiche"

La vincenda Alitalia, ha detto Renzi,

"segna il fallimento di un pezzo di classe dirigente, perché 15 anni fa era nelle condizioni di Ferrovie, ora invece è nelle condizioni in cui è. Da Ethiad è arrivata una proposta molto interessante. Nel rispetto dei ruoli occorrerà che tutti facciano dei sacrifici. L'alternativa non è tra X esuberi o Y esuberi, ma tra X o Y esuberi e la chiusura. Non si può avere paura di dire le cose come stanno. In tutto il mondo i sindacati si preoccupano di fare la battaglia perché il maggior numero di persone abbiano il lavoro, però ora è il momento di stringere i denti, poi in futuro sono sicuro che i posti di lavoro aumenteranno"

Ore 18:00 - Il Consiglio dei Ministri è iniziato è c'è stata un'integrazione dell'ordine del giorno che ora comprende anche un decreto legge per la Proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione, un altro decreto contenente misureurgenti per la realizzazione del piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria per le imprese sottoposte a commissariamento straordinario e un disegno di legge delega per la riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Ore 10 - Il governo ha fatto sapere che il Consiglio dei Ministri in programma oggi alle 10 è stato posticipato alle 18.

Consiglio dei Ministri, giovedì 10 luglio 2014


Questa mattina alle ore 10 il governo Renzi si riunisce per il Consiglio dei Ministri numero 23 che ha come primo punto all'ordine del giorno la legge delega per la riforma del Terzo settore e la disciplina del Servizio civile nazionale universale.

Come ha rivelato ieri il sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali Luigi Bobba, l'intenzione è quella di far diventare operativo il testo della riforma nella prima parte del 2015. La proposta di legge delega è in via di ultimazione in base alle linee guida che riguardano anche la disciplina degli enti, le loro attività, la disciplina fiscale, il servizio civile, il 5 per mille, l'impresa sociale, l'agenzia per il terzo settore. Inoltre sono stati tenuti in considerazione i suggerimenti e le richieste arrivate dopo che lo scorso 12 maggio il Premier Matteo Renzi ha lanciato un appello affinché i diretti interessati del Terzo settore inviassero le loro proposte.

Ebbene sono arrivati 762 contributi, di cui 371 da parte di organizzazioni, associazioni, fondazioni, cooperative, reti di secondo livello. Tali contributi, oltre che per dare un orientamento nella scrittura della legge delega serviranno anche per i provvedimenti operativi successivi alla delega. Presto tutti questi contributi saranno pubblicati anche sul sito del governo e sarà elettorato un rapporto di sintesi in modo che sia tutto il più trasparente possibile. Il governo auspica l'approvazione della legge delega da parte del Parlamento entro la fine del 2014.

Altri argomenti oggi all'ordine del giorno sono: il decreto legislativo con le norme di attuazione dello Statuto speciale della Regione Friuli Venezia Giulia in materia di tributi erariali; il decreto presidenziale con il regolamento per la concessione di contributi a favore di periodici pubblicati all'estero e di pubblicazioni edite in Italia ma diffuse prevalentemente all'estero; quattro disegni di legge per la ratifica di altrettanti atti internazionali come l'accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra Italiae Cile, l'accordo con Capo Verde per la cooperazione di polizia, l'intesa con Panama sul trattato di assistenza giudiziaria in materia penale e sul trattato di estradizione, il protocollo opzionale alla Convenzione sui diritti del fanciullo che stabilisce una procedura di presentazione di comunicazioni, adottato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Inoltre si discuteranno il decreto presidenziale per il riconoscimento della personalità giuridica e la contestuale approvazione dello statuto dell’Associazione “Chiesa d’Inghilterra”, che ha sede a Roma e il decreto del Presidente del Consiglio con il regolamento di organizzazione del Ministero, dell’Organismo indipendente di valutazione della performance e degli Uffici di diretta collaborazione.

Consiglio dei Ministri su Terzo settore

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO