Spionaggio, la Germania espelle il capo della Cia a Berlino

Un agente tedesco aveva passato informazioni riservate alla Cia.

Il presidente della commissione parlamentare tedesca che supervisiona i servizi segreti ha annunciato che al rappresentante dei servizi d'intelligence degli Usa è stato detto di lasciare la Germania.

Venerdì scorso è stato arrestato un agente tedesco il quale sotto interrogatorio avrebbe rivelato di aver fornito agli Usa delle informazioni riservate e dei documenti sull'inchiesta che Berlino sta conducendo sul cosiddetto "Datagate" o "NSA gate". Ieri si è saputo che il controspionaggio tedesco stava cercando un altro agente sospettato di collaborare con gli Usa.

Già lunedì la cancelliera Angela Merkel ha detto che "spiare gli alleati è uno spreco di energie" e aveva anche sottolineato che tra Germania e Usa c'è "una differenza di principi molto grande rispetto ai compiti dei servizi segreti dopo la guerra fredda".

Il nome del capo stazione della Cia a Berlino è ovviamente segreto, noto solo alle più alte cariche della Germania. I dettagli su questa vicenda sono ancora oscuri, tanto che anche il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama non ha saputo nulla del caso di venerdì, cioè della prima talpa tedesca che ha parlato sotto interrogatorio e potrebbe non aver saputo nulla in anteprima neanche del secondo agente ricercato dai tedeschi. Ora ovviamente la notizia è di dominio pubblico e si attendono i particolari.

L'agente che è stato arrestato, secondo alcune fonti, ha 31 anni e avrebbe ceduto 218 documenti segreti agli americani per 25mila euro. Lo scambio sarebbe avvenuto attraverso un contatto in Austria e i documenti venivano passati semplicemente attraverso una chiavetta USB.

Ricordiamo che in Germania una commissione parlamentare è a lavoro sul caso dell'NSA gate e sta portando avanti delle audizioni per capire quali attività di spionaggio siano state portate avanti dall'agenzia americana in terra teutonica.

Angela Merkel e Barack Obama

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO