Digitalizzazione PA: un pin per tutti e documenti a domicilio

I cittadini potranno ricevere documenti e certificati a casa o al proprio domicilio elettronico

Matteo Renzi ne parla sin dalle prime settimane a Palazzo Chigi: digitalizzare la Pubblica Amministrazione, snellire la burocrazia, dare a tutti un pin per fare in modo che si possano ricevere documenti e certificati al proprio domicilio telematico o a quello di residenza.

Un'amministrazione non deve poter più bloccarne un'altra, perché in quel momento sta bloccando un servizio e quindi la vita dei cittadini,

ha spiegato oggi Marianna Madia, ministro della Pubblica amministrazione. Dopo l'estate la digitalizzazione del Paese dovrebbe cominciare il suo percorso.

L’obiettivo è creare un raccordo tra governo e cittadini e fare in modo che vi sia un luogo unico, un Ufficio territoriale del governo, capace di racchiudere tutta “la periferia dello Stato”. Il modo in cui l’azione di governo arriverà ai cittadini attraverso l’erogazione dei servizi sarà responsabilità del prefetto.

I dirigenti pubblici saranno dirigenti dello Stato e non più di un singolo ministero e ci sarà maggiore mobilità, in maniera bidirezionale, fra amministrazione centrale ed enti locali.

La prossima settimana il testo della legge delega sulla P.A. arriverà in parlamento e il testo dovrebbe essere affrontato a partire da settembre.

Il ministro Madia ha poi precisato che anche se la digitalizzazione porterà a un risparmio della spesa pubblica, non è la spending review la principale motivazione della rivoluzione che potrebbe incominciare a partire dall’autunno:

un errore dei governi precedenti è stato partire dalla spending review, che è però un risultato, e non il punto di partenza, se la politica è ben pensata.

Matteo Renzi Government To Face Confidence Vote At The Italian Senate

Via | TgCom 24

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO