Ciampi in rianimazione: Civati lo dà per morto, gaffe a Livorno

Durante un incontro sulla cultura a Livorno organizzato da Pippo Civati, si diffonde la notizia che Ciampi sia morto. Commemorazione, ricordi e applauso, ma è una bufala.

Gaffe di Giuseppe Civati ieri a Livorno. Durante il Politicamp, ha dato per morto l'ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi chiedendo pure alla piazza di dedicargli un lungo applauso di commemorazione. Ciampi, per la cronaca, è ancora vivo, ricoverato dall'11 luglio all'ospedale di Bolzano per un malore accusato mentre era in vacanza a Siusi.

Ma come è nato l'equivoco? Durante un dibattito sulla cultura, una persona del pubblico ha fatto sapere a un moderatore che sul web circolava la notizia del decesso dell'ex capo dello Stato. Il conduttore ha così interrotto il dibattito e, prima di riprendere l'incontro, c'è stata una breve commemorazione da parte della platea e un lungo applauso per Ciampi. Che l'ex presidente, sperando che si riprenda, potrà prendere come un battimani di incoraggiamento.

All'appuntamento livornese c'erano parecchi personaggi di spicco. Tra cui l'ex ministro Maria Chiara Carrozza, Pietro Folena, il critico d'arte Tomaso Montanari e Vincenzo Vita. Verso mezzogiorno la notizia - bufala letta sul social network e il conduttore che si ferma: "Mi hanno appena detto che Ciampi è morto". Prende la parola Montanari per un ricordo:

"Quando arrivò la notizia che Hitler aveva preso Parigi, Ciampi si alzò dal tavolo della mensa e intonò la Marsigliese. Questo era Ciampi".

Pochi minuti dopo, le agenzie battono la notizia che Ciampi è ancora vivo, in condizioni gravi ma stabili. Lo staff organizzativo del Politicamp cerca di porre rimedio alla bufala:

"Ci dispiace, ma cosa potevano fare? In quel momento il conduttore non aveva modo di controllare la notizia".

Ciampi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO