Afghanistan elezioni: si fa il riconteggio dei voti

L'Afghanistan riconta i voti di Abdullah Abdullah e Ashraf Ghani Ahmadzai. Ci vorranno settimane per proclamare il nuovo presidente. Soddisfatto John Kerry

L'Afghanistan dovrà attendere per sapere chi sarà il presidente. E' stato deciso infatti di verificare i voti del ballottaggio tra i due sfidanti, Abdullah Abdullah e Ashraf Ghani Ahmadzai. Per arrivare a questa decisione, è servita la mediazione del segretario di Stato americano, John Kerry, visibilmente soddisfatto alla fine.

Verranno dunque ricontati gli otto milioni di voti e ci vorranno alcune settimane. E' stata quindi annullata la proclamazione ufficiale, prevista per il prossimo 22 luglio. Saranno le forze multinazionali dell'Isaf che si incaricheranno di trasportare a Kabul tutti i voti espressi dal Paese. Quindi, inizierà la verifica scheda per scheda, sotto l'occhio vigile delle Nazioni Unite e alla presenza dei delegati dei due sfidanti.

Nell'accordo, con Kerry mediatore, è stato deciso anche che il vincitore - qualunque risulterà dopo il riconteggio - guiderà un governo di unità nazionale. Gli Stati Uniti sperano di mettere fine così alle tensioni generate dalla decisione di Abdullah di non riconoscere i risultati preliminari della Commissione elettorale indipendente, che lo davano per sconfitto a favore di Ghani.

I colloqui a tre sono durati due giorni. Abdullah ha fatto sapere a più riprese che per lui i risultati erano figli di una frode, di un vero e proprio golpe ai danni del popolo afgano. Che non avrebbe mai riconosciuto la vittoria del suo avversario. Naturalmente, i seguaci di uno e dell'altro hanno seguito lo scambio di accuse generando tensione e violenze nel Paese. Saranno sopite ora dall'accordo?

John Kerry

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO