La "Frankfurter Allgemeine" contro Berlusconi: vuole mettere le mani sulle banche


Che Berlusconi e il suo governo non godano di buona reputazione nel resto d'Europa - e in particolare in Germania - è risaputo. In questi giorni di armageddon finanziario globale ci pensa la Frankfurter Allgemeine Zeitung, una delle più note testate tedesche, a rincarare la dose. In un articolo di qualche giorno fa (che potete trovare tradotto sull'ottimo "Italia dall'Estero") il quotidiano di orientamento moderato insinua che il Cavaliere potrebbe approfittare della crisi finanziaria per mettere le mani sulle banche più importanti del nostro paese.

Il ragionamento della FAZ è questo: finora il sistema creditizio italiano si è mostrato eccezionalmente solido, in parte anche per la sua arretratezza e per le pesanti condizioni economiche imposte ai clienti privati, in assenza di liberalizzazioni. Nonostante questo il governo sembra non vedere l'ora di poter mettere in atto un "piano di salvataggio" che, secondo il quotidiano di Francoforte, non sarebbe affatto necessario

si teme che il governo italiano sfrutti la crisi per prescrivere alle banche alte quote di patrimonio di base come capitalizzazione minima, cioé intorno al 7-8 %. Di conseguenza, gli istituti che non potranno dimostrare di avere a disposizione un tale livello di capitale, cioé praticamente tutti gli istituiti italiani, dovranno accettare un innalzamento di capitale da parte dello stato, che avrebbe così anche il potere di licenzare tutti gli attuali manager bancari.

Obiettivi principali di questa manovra sarebbero, stando a questa ricostruzione, Unicredit e Banca Intesa Sanpaolo, i cui vertici sono notoriamente vicini al centrosinistra e in particolare all'ex Presidente del Consiglio Romano Prodi. Che ne pensate, si tratta davvero di un altro passo verso la "berlusconizzazione" del paese, oppure di una ricostruzione un po' paranoica di un quotidiano poco informato dei nostri affari interni?

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO