Gaza, Israele colpisce scuola ONU: venti palestinesi uccisi

Alle prime luci del giorno, colpi di carro armato sono stati esplosi contro il campo profughi di Jabaliya. Il bilancio di morte dell'operazione «Barriera difensiva» dell'esercito israeliano è di 1.200 palestinesi uccisi, almeno 229 i bambini.

La mattanza non si ferma. Venti palestinesi che si erano rifugiati in una scuola Onu sono stati uccisi all'alba di oggi da un bombardamento israeliano nel nord della Striscia di Gaza.

A riferirlo sono le autorità sanitarie locali secondo cui l'esercito israeliano avrebbe esploso colpi di carro armato contro il campo profughi di Jabaliya che hanno colpito la aule della scuola dell'Unrwa.

Un responsabile dell'Unrwa, l'agenzia Onu per i rifugiati palestinesi, ha per ora confermato la morte di almeno 15 persone mentre durante la notte altri 8 palestinesi sono stati uccisi a Gaza, Khan Yunis, Rafah e Shati.

In meno di un mese di offensiva di Israele contro Hamas sono 1.220 le vittime palestinesi, 53 i militari morti israeliani, 3 i civili.

La strage dei bambini. Sono oltre 200 i piccoli palestinesi uccisi nella Striscia di Gaza dall'inizio dei bombardamenti israeliani. Il coordinamento degli Aiuti Umanitari dell'Onu - alla data del 28 luglio - conta almeno 229 bambini uccisi. Ieri l'aviazione militare israeliana aveva bombardato l'unica centrale elettrica di Gaza.

PALESTINIAN-ISRAEL-UNREST-GAZA

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO