Elezioni Regionali in Sicilia: si vota il 28 ottobre 2012. Tutti i candidati

Elezioni regionali in Sicilia: Beppe Grillo attraversa lo Stretto di Messina a nuoto

Parte il conto alla rovescia per le Elezioni Regionali in Sicilia. Si vota domenica 28 ottobre 2012 e si tratta, di fatto, del primo di una serie di appuntamenti elettorali che mostreranno la tendenza del paese reale, quello chiamato alle urne, nel suo riposizionamento politico dopo la caduta di Silvio Berlusconi e dopo il governo dei tecnocratico.

Non c'è alcun dubbio che l'attesa più grande, per tutta una serie di ragioni che non vale nemmeno la pena di spiegare, riguardi il risultato che sarà capace di ottenere il MoVimento Cinque Stelle, il cui candidato, Giancarlo Cancelleri, viene trascinato dal ciclone Beppe Grillo, che dopo la traversata dello stretto a nuoto ha visitato la regione in lungo e in largo al ritmo di tre comizi al giorno, con tanto di traduttrice simultanea per i non udenti e al grido di «Il cambiamento parte dalla Sicilia».

Poi, naturalmente, occorrerà capire cosa è capace di fare il Pd e come si comporterà il PdL, i due partiti diversamente rottamati. Nel centrosinistra si fanno le prove tecniche di allargamento al centro e di esclusione della sinistra: la candidatura di Rosario Crocetta, infatti, è sostenuta da Movimento Politico Crocetta Presidente, Partito Democratico, Unione di Centro e Unione Democratica per i Consumatori. Più complicata la situazione nel centrodestra: Nello Musumeci è il prescelto del PdL, che lo sostiene insieme alle liste Nello Musumeci Presidente, Cantiere Popolare e Alleanza di Centro.

Poi, però, c'è Gianfranco Micciché, già forzaitaliota, sostenuto dal Partito dei Siciliani - MPA (il partito fondato da Raffaele Lombardo, precedente governatore della Regione), dal Grande Sud (fondato dallo stesso Micciché), dal Nuovo Polo per la Sicilia-FLI, MPS e Liberali, dal Partito Pensiero Azione.

A completare il quadro delle candidature ci sono Mariano Ferro (espressione de Il popolo de I Forconi, nel tentativo di sfruttare l'ondata di protesta che ha caratterizzato la primavera della regione), Cateno De Luca, sostenuto da una lista chiamata Rivoluzione Siciliana (sostenuta da Forza Nuova e dal Movimento dei Forconi di Morsello, oltre che da Sicilia Vera di De Luca e dal Partito della Rivoluzione), Gaspare Sturzo (Lista Sturzo Presidente), Giacomo Di Leo del Partito Comunista dei Lavoratori e Lucia Pinsone (Volontari per l'Italia).

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO