Repubblica disperata: la Gelmini trascina il governo ai massimi storici di gradimento

Povera Repubblica... non quella in cui tutti noi viviamo ma più semplicemente lo storico giornale da battaglia degli Scalfari e dei Pansa (una volta) attualmente guidato da Ezio Mauro. Dopo aver commissionato l'ennesimo sondaggio sul governo nella disperata speranza di scorgerne un calo, il foglio ha subito una tale bastonata da vedersi costretta a pubblicare i dati in prima pagina del suo sito web. Per la serie Tafazzi superstar.

Il sondaggio Ipr marketing vede infatti il gradimento di Silvio Berlusconi addirittura al 62%, ma la vera pugnalata è il balzo in avanti di Mariastella Gelmini (+4%). Sì, avete proprio udito bene, la famigerata "Santa ignoranza" come Repubblica stessa ha pensato simpaticamente di soprannominarla; il ministro contro il quale si sono mossi tutti i collettivi studenteschi al grido di "la nostra bellissima scuola non si tocca", è tra i politici più apprezzati del governo.

Risultati eccellenti anche per i soliti noti Brunetta, ministro della Funzione pubblica, Maroni, e Tremonti; mentre Sacconi e Alfano rimangono stabili ma ben oltre il 50%. Sorprendentemente bene anche Mara Carfagna (dal 42 al 44%) e lieve calo di Bossi e Calderoli.

Venendo alle forze politiche abbiamo il Pdl al 54%, Di Pietro al 46% (+2), Lega al 30 e Udc al 25, mentre il Pd scende addirittura per la prima volta sotto il 30% . Ricordiamo che non stiamo parlando di intenzioni di voto ma di gradimento, quindi ovviamente le percentuali sono più alte. Ditelo a Scalfari e Mauro prima che cadano in depressione.

  • shares
  • Mail
75 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO