Berlusconi fra i “gufi”. Verso il Renzi bis?

Al giro di boa di Ferragosto, dopo quasi sei mesi di governo, l’Italia non “cambia verso” come prometteva Matteo Renzi ma gli italiani cominciano ad allentare il rapporto di fiducia verso il premier.

b

Non sono le contestazioni di piazza come quella di ieri nel tour al Sud a indicare le nuove difficoltà del capo del governo con i cittadini, specie con chi subisce più duramente i morsi della crisi: sono i numeri degli ultimi sondaggi a dire chiaramente che la luna di miele è finita.

Intendiamoci, Renzi fila ancora sull’onda lunga delle Europee con una popolarità di consensi oltre il 50%. Ma la barra ha cambiato direzione con una tendenza costante al ribasso, a dimostrazione che la gente non si accontenta più degli annunci ma vuole fatti, cioè riforme vere che incidano sulla vita di tutti i giorni.

Avverte il sempre attento e .. “interessato” Silvio Berlusconi: “Io sono stato al posto di Renzi e certi segnali li capisco benissimo. Credetemi, questa somiglia sempre più all’estate del 2011. Alcuni poteri internazionali si stanno mettendo contro Renzi”. Quali?

Incalza l’ex premier leader di Forza Italia: “Moody’s ha già sparato sul governo, poi ci sono gli ultimi articoli del Financial Times e del Wall Street Journal su Renzi. Alcuni poteri forti si stanno mettendo contro di lui”. E’ così?

Quel che è certo, oltre ai pesantissimi dati negativi con l’Italia (ancora) in piena recessione, è il sentimento di sfiducia che permea nel Paese: gli italiani vedono il governo impegnato esclusivamente su riforme (Senato e legge elettorale) che non modificano di un acca la pesante situazione reale.

Insomma, la gente è stanca della politica che pensa solo a se stessa, degli appelli propagandistici e teme l’arrivo di nuovi sacrifici. Il messaggio, passato il breve periodo feriale, sarà sempre più chiaro, anzi pressante: Hic Rhodus, hic salta!

Se Renzi non “sterza” subito sul piano economico e non inciderà in Europa per far allentare il morso della “rigidità”, l’autunno sarà bollente. E se addirittura servisse una nuova manovra-stangata da oltre 20 miliardi il governo non avrà scampo.

Dall’alto del Colle Napolitano sente avvicinarsi il temporale. Pronti per il Renzi bis?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO