Corea del Nord: "Attacchi spietati contro Usa e Seul"

Domani inizieranno le operazioni congiunte annuali di Corea del Sud e Stati Uniti, Pyongyang minaccia attacchi preventivi e spietati contro Seul

Nel giorno in cui Papa Francesco lascerà il suolo sudcoreano, inizieranno le manovre militari di Seul e degli Stati Uniti, da sempre osteggiate dalla Corea del Nord che, anche questa volta, minaccia i vicini e gli imperialisti americani. "Faremo attacchi preventivi spietati contro la Corea del Sud". Il messaggio è stato diffuso dal regime attraverso la tv statale Kctv.

Insomma, gli inviti del Papa alla pace per due Paesi che "parlano la stessa lingua", da Pyongyang si continua a parlare la lingua della minaccia: "Dichiariamo ancora una volta che daremo il via a forti e spietati attacchi preventivi, dal momento che Stati Uniti e Sud hanno minacciato di implementare le loro strategie di deterrenza contro di noi nelle loro esercitazioni".

Domani, quindi, Stati Uniti e Corea del Sud inizieranno le manovre annuali che durano quattro giorni e che si chiamano Ulchi Freedom Guardian. Pyongyyang sostiene che le esercitazioni siano in realtà un modo per preparare un attacco ai propri danni. Seul rimarca il carattere "puramente difensivo" delle operazioni congiunte, tarate su un possibile attacco proveniente dal Nord.

Giovedì scorso, proprio il giorno in cui Papa Francesco è sbarcato a Seul, il leader nordcoreano Kim Jong-un ha dato l'ordine di lanciare cinque razzi "innovativi e di precisione" dalla costa orientale verso il mar del Giappone. Un modo per mostrare i muscoli, per salutare l'arrivo del pontefice, per richiamare l'attenzione internazionale sulle sue ragioni.

Kim Jong-un

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO