Italia-Ue, Palazzo Chigi: "Nessun piano taglia-debito"

L'Italia rispetterà il vincolo del 3% senza alzare le tasse.

Fonti di Palazzo Chigi (così vengono definite dalle più prestigiose agenzie di stampa come Ansa e Reuters) smentiscono quanto si è letto stamattina su alcuni quotidiani italiani tra cui Repubblica, e cioè che l'Italia avrebbe aperto una trattativa con l'Ue per ottenere uno sconto sui vincoli di bilancio.

Le fonti del governo citate dalle agenzie dicono invece che non è in corso alcuna trattativa né pubblica né segreta con l'Unione Europea e non esiste alcun piano "taglia-debito". L'Italia rispetterà dunque il vincolo del 3% nel rapporto tra deficit e Pil e lo farà "senza aumentare la pressione fiscale".

Inoltre, sempre le stesse ben informate fonti, sostengono che non esista alcun problema dell'Italia in Europa, ma c'è un problema dell'Eurozona "che l'Italia contribuirà ad affrontare".

Facendo un passo indietro, stamattina su Repubblica si parlava di una presunta trattativa sui vincoli di bilancio tra Italia e Ue e riprendeva un pezzo del giorno prima in cui si affermava che tale trattativa è già in corso da qualche settimana e si basa su due elementi; la flessibilità e la percentuale dello 0,25% nella riduzione dei salti rispetto allo 0.5% richiesto dal Fiscal compact. Tali fattori poterebbero dunque a uno sconto di più di 4 miliardi nel 2015.

Altri giornali, invece, hanno ipotizzato varie soluzioni a proposito della manovra che il governo starebbe preparando con la legge di Stabilità. Secondo La Stampa, per confermare il famoso bonus di 80 euro Palazzo Chigi starebbe pensando a un contributo di solidarietà del 10% e a un blocco dell'indicizzazione biennale per coloro che percepiscono pensioni superiori ai 3.500 euro mensili con il sistema retributivo. Inoltre, sempre su La Stampa, vengono riportate le dichiarazioni del viceministro dell'Economia Enrico Morando che parlando del rapporto deficit/Pil al 3% dice che nel 2014 l'Italia riesce a stare sotto tale valore, ma nel 2015 "si profila una correzione ad oggi vicina ai 20 miliardi, necessaria per rispettare l'obiettivo del pareggio strutturale di bilancio".

Palazzo Chigi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO