Isis: Guardian "Anche due italiane tra le persone rapite"

I militanti islamici dell'Isis avrebbero recentemente sequestrato due donne italiane. Lo scrive il Guardian. Potrebbero essere Greta Ramelli e Vanessa Marzullo.

Ci sono anche due italiane tra gli stranieri sequestrati recentemente dall'Isis tra Aleppo e Idlib. Lo dice il Guardian nell'edizione americana del sito. Quattro gli stranieri rapiti dai militanti: un danese, un giapponese e, appunto, due italiane. Il Guardian non cita fonti e non fa i nomi dei sequestrati, non è possibile dunque sapere se le due italiane sono le cooperanti Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, scomparse alla fine di luglio nell'area di Aleppo.

Gli stranieri al momento ostaggio dei militanti dell'Isis sarebbero adesso più di 20. Giornalisti, fotografi e operatori umanitari. Gli ultimi quattro, dopo il sequestro, sarebbero stati trasferiti a Raqqa, roccaforte islamica che si trova nel nord della Siria. Il quotidiano britannico osserva che i rapimenti si sono dimostrati un buon business per gli islamici che hanno fondato lo Stato islamico di Iraq e Siria.

Secondo Martin Chulov, gli oltre 20 stranieri nelle mani dell'Isis non dovrebbero subire lo stesso destino di Foley, decapitato per lanciare un chiaro messaggio agli Stati Uniti. Negli ultimi dieci mesi, infatti, almeno 10 degli ostaggi sono stati rilasciati dopo lunghe negoziazioni e il pagamento di ingenti riscatti (tre francesi, un danese e due spagnoli tra gli altri).

A condurre le trattative potrebbe essere stato, in alcuni casi, il cittadino britannico che avrebbe ucciso Foley decapitandolo. Lo dice una delle persone rapite e poi rilasciate: nel volto del boia avrebbe riconosciuto una delle tre guardie che lo sorvegliavano a Raqqa. Anche le altre due guardie, per la cronaca, sarebbero cittadini britannici convertitisi all'islamismo.

Isis

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO