Ministro bavarese Herrmann: "L'Italia sui rifugiati non rispetta le regole"

Horst Seehofer To Become Bavarian State Governor
Oggi, Joachim Herrmann, ministro dell'interno bavarese, ha attaccato duramente l'Italia sulla questione dei rifugiati. Secondo l'esponente della Csu (Unione dei cristiano-sociali), da sempre fedele alleato della Cdu di Angela Merkel, il nostro governo ignora sistematicamente le leggi sui richiedenti asilo, provocando un danno per gli altri paesi europei. Inoltre, il politico tedesco ha direttamente attaccato il nostro ministro degli Interni, Angelino Alfano, dopo i suoi ripetuti appelli all'Unione Europea per un sostegno sulla gestione dei flussi migratori.

Ecco cosa ha detto Herrmann all'agenzia stampa dpa: "L'Italia, intenzionalmente, in molti casi non prende dati personali e impronte digitali dei rifugiati per permettere loro di chiedere asilo in un altro Paese". E su Alfano ha aggiunto: "E' piuttosto sfacciato che il ministro dell'Interno Angelino Alfano da una parte lamenti l'alto peso derivante dall'arrivo dei rifugiati attraverso il Mediterraneo, mentre dall'altra non si curi di rispettare le disposizioni europee in materia d'asilo".

Dunque, per il ministro tedesco, Roma avrebbe messo in campo una precisa strategia di evasione delle norme europee (statuite nel Dublino II). A suo avviso, il nostro paese non applicherebbe la procedura di identificazione ai rifugiati sbarcati sulle coste. Da ciò deriva una conseguenza spiacevole per la Germania: quando vengono identificati sul territorio tedesco, i migranti non possono essere rimandati in Italia. Insomma, per il cristiano-sociale, la domanda di asilo, conformemente alle regole, va fatta nel primo paese di arrivo della Ue.

Per suffragare la sua tesi, Herrmann ha presentato delle stime sui richiedenti asilo. I dati parlerebbero chiaro: in Germania, nel 2013, sono state presentate oltre 126mila richieste d’asilo, mentre in Italia solo 27.930. Tale contraddizione si aggrava se si tiene presente che l'Alto Commissariato per i rifugiati dell’Onu ha calcolato che lo scorso anno, nel nostro paese, sono arrivati circa 60 mila rifugiati.

Il ministro ha concluso affermando che il governo italiano dovrebbe immediatamente cambiare rotta, anche perché in questo modo sta creando una situazione insostenibile in Germania e in Austria. A tale riguardo, Herrmann ha ricordato che solo nella giornata di ieri sarebbero arrivate 319 richieste di asilo in Baviera. Inoltre, una presa di responsabilità da parte dell'Italia sarebbe diventata ancora più necessaria con lo scoppio della crisi mediorientale e iraquena, che finiranno per aumentare le pressioni migratorie sull'Europa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO