Berlusconi si lancia in aiuto di Renzi: “Sta sbandando. Non posso non dargli una mano”

Il Messaggero rivela le intenzione di Berlusconi di tornare in prima linea e aiutare Renzi, "ragazzo pieno di talento che però sta sbandando", a rientrare in carreggiata.

ITALY-POLITICS-BERLUSCONI

È ancora una volta Il Messaggero, stamattina, a dare conto delle ultime parole di Silvio Berlusconi, in disparte in questi ultimi giorni, che torna su Matteo Renzi e sul suo operato. Lo scorso 13 agosto l’ex Premier ed ex Cavaliere si era detto pronto a dialogare con Renzi e a tornare sulla scena politica e stavolta rincara la dose e propone il proprio aiuto per salvare il “ragazzo pieno di talento che però sta sbandando”.

Anche sulla riforma della Giustizia:

E’ piena di errori, e ancora molto incompleta, ma è già qualcosa questa iniziativa di Renzi. Arriva dopo vent’anni di guerra assurda contro qualsiasi modifica che tutti ritengono e non da oggi necessaria nell’ordinamento. Non me la sento di stroncarla preventivamente. Non farei un buon servizio al Paese. […] Se verranno apportate delle modifiche, e noi le nostre proposte le abbiamo e stiamo cominciando a farle presente al governo, potremmo pure dire di sì in Parlamento a questa riforma.

E, sempre secondo quanto riferisce oggi il quotidiano tra un “papà Berlusconi” e l’altro, accostando con forza l’ex premier a una figura paterna per l’attuale Presidente del Consiglio:

Possiamo aiutare Renzi su molte cose, anche sull’economia, e lo faremo con generosità e spirito di responsabilità. Non serve più dilaniarsi come inutilmente s’è fatto in passato. L’Italia, e il suo premier insieme a lei, è a un bivio: o si salva o è peggio per tutti. Non me la sento, in una situazione così, di stare con le mani in mano o di attizzare polemiche da opposizione non costruttiva. Sarebbe contro la mia natura e non è ciò che serve adesso al Paese.

Messa così sembriamo portati a credere che Berlusconi non abbia secondi fini, ma tra le righe leggiamo ben altro. L’ex premier snocciola poi i punti in cui Renzi sta sbagliando, quelli in cui lui potrebbe dare il proprio supporto:

Gli italiani si sono affidati a Renzi e io rispetto il volere degli italiani. E’ in gioco il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti e le polemiche della politichetta di piccolo cabotaggio non fanno bene a nessuno e non mi riguardano. Il ragazzo sbaglia e sbanda in Europa, dove sembrava che potesse fare meglio. E’ in forte difficoltà sulle materie economiche, perchè in quel campo i problemi sono più grandi della sua età e della sua esperienza. E poi, molti nel suo partito aspettano soltanto che vada a sbattere. Ma questo va evitato.

E mentre Berlusconi prova a farsi nuovamente strada, Matteo Renzi dichiara per l’ennesima volta che è necessario chiudere definitivamente i ponti col passato, mandare in pensione in soliti noti.

Ci vuole lo spirito del maratoneta. Chiarezza sull'obiettivo finale e passo dopo passo si va avanti a viso aperto. Alla fine di questo percorso sono certo che l'Italia, grazie alle straordinarie qualità dei suoi cittadini, tornerà ad essere la guida, non il problema, dell'Europa.

È quanto il premier Renzi ha dichiarato in un’intervista al settimanale Tempi. E, ancora:

Occorre passare dalla logica del piagnisteo a quella della proposta. E toglierebbe il paese dalle mani dei soliti noti, quelli che vanno in tutti i salotti buoni a concludere gli affari di un capitalismo di relazione ormai trito e ritrito. Questa è la rivoluzione culturale che serve all’Italia: spalancare le finestre e fare entrare aria nuova.

ITALY-EU-VOTE

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO