Sondaggi politici: cresce il Movimento 5 Stelle, crolla Forza Italia

Tiene botta il Partito Democratico.

I sondaggi politici non sembrano recepire più di tanto quelle che sono le evidenti difficoltà del governo Renzi, che ha trascorso una difficile estate e che prova adesso a ripartire dalla riforma della giustizia e dallo Sblocca Italia. Secondo gli ultimi sondaggi, di Swg, il Partito Democratico infatti mette a segno una leggerissima crescita, passando dal 39,5% fatto registrare a fine luglio al 39,7% di oggi. Segno, probabilmente, che per larga parte degli italiani non c'è una vera e propria alternativa a cui indirizzare il proprio voto. Sale anche Sel, che prende un po' di respiro e arriva al 2,8%. Unendo tutti gli altri partiti, il centrosinistra arriva addirittura al 45,2%.

Le cose non vanno altrettanto bene nel campo del centrodestra, dove invece si respira aria di crisi sempre più forte. Dopo un rimbalzo dovuto principalmente all'assoluzione di Silvio Berlusconi nel processo Ruby d'appello, Forza Italia riprende a scendere, cedendo addirittura un punto e mezzo e arrivando così al 16,8%. Stessa percentuale conquistata alle elezioni europee 2014. Si mantengono sugli stessi livelli invece gli altri partiti del campo del centrodestra, con il Nuovo Centrodestra al 3,5%, i Fratelli d'Italia che scendono al 3% e la Lega Nord che continua a crescere e arriva al 7,2%. nel complesso il centrodestra perde oltre due punti percentuali e arriva al 31%.

E il Movimento 5 Stelle? Cresce di quasi un punto, passando dal 21% di fine luglio al 21,8% di oggi. Un buon risultato che dimostra sempre di più come al netto degli alti e bassi, delle diverse strade intraprese, delle difficoltà, il partito guidato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sia ormai stabilmente il punto di riferimento di una parte consistente dell'elettorato italiano.

Da notare però come la percentuale di coloro che non si esprimono sia davvero alta, avendo ormai raggiunto il 48,4% degli interpellati. Ed è probabilmente questo il dato più significativo: un po' perché certifica ancora una volta la disaffezione dei cittadini nei confronti dei partiti, un po' perché in tempi di elezioni questa percentuale inevitabilmente scende, con la possibilità che gli equilibri si spostino anche parecchio.

sondaggi

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO