Lesotho: è colpo di stato

Le forze speciali hanno preso il controllo di radio e linee telefoniche e hanno circondato la residenza del ministro dello Sport e del primo ministro in Lesotho.

Il Lesotho in mano alle forze armate. Alle 4 del mattino, il ministro per lo Sport del Paese, Thesele Maseribane, ha dichiarato: "Potrebbe trattarsi di un colpo di Stato. Hanno circondato la residenza del primo ministro e la mia". Maseribane è anche leader del Basotho National Party, facente parte della fragile coalizione al potere da due anni.

Il ministro ha aggiunto: "C'è stato uno scontro a fuoco", spiegando di essere riuscito a fuggire dopo aver avuto una soffiata su ciò che stava per accadere. "Il capo delle forze speciali ha detto di cercare me, il primo ministro e il vicepremier per portarci davanti al Re. Nel nostro Paese, questo significa che si tratta di un golpe".

La situazione è confusa. Il premier Tom Thabane è tuttora in carica e sta bene, ma non si sa dove si trovi attualmente. "La situazione rimane pericolosa con gente armata in giro per Maseru". Le forze speciali hanno preso anche il controllo del quartier generale della polizia, oscurando trasmissioni radio e telefoniche nel piccolo regno.

Secondo l'emittente sudafricana Enca, "la polizia militare ha circondato la State House e sono stati segnalati degli spari". A scatenare il golpe il divieto da parte della polizia a una manifestazione di protesta contro il governo prevista per lunedì. Ma le tensioni nell'enclave sudafricano sono forti da giugno, quando il primo ministro Thabane ha sospeso il Parlamento per evitare il voto di sfiducia. Il Lesotho ha subito molti colpi di stato militari fin dall'indipendenza dalla Gran Bretagna, ottenuta nel 1966. Il governo costituzionale è stato restaurato nel 1993, dopo sette anni di governo militare.

Premier Lesotho

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO