Giornata internazionale dell'Onu per la lotta alla povertà: iniziative anche in Italia

da terre di mezzo"L'attuale incertezza economica rende la lotta alla povertà ancora più necessaria e importante. L'incremento del costo del cibo e dei combustibili e la crisi finanziaria globale stanno minacciando di far regredire i progressi finora fatti in molte parti del mondo per ridurre la povertà e la fame. Si stima che 100 milioni di persone sono adesso a rischio di povertà".

E' l'ennesimo allarme lanciato dal segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, nel suo messaggio per la 'Giornata internazionale per la lotta alla povertà' che si celebra oggi. "A sessant'anni dalla 'Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo' centinaia di milioni di persone sono private dei basilari diritti umani come il cibo, la casa, l'educazione e condizioni lavorative dignitose. Chi è costretto a vivere in povertà spesso deve affrontare esclusione sociale e discriminazione".

Solito discorso inutile del segretario dell' Onu? Probabile, visto che alle parole non seguono mai fatti, come ricorda Massimo Falcioni, però è importante comunque parlarne e, soprattutto, svolgere un lavoro di sensibilizzazione e informazione sul territorio.

E per questo merita attenzione l'iniziativa, in occasione di questa giornata, di Terre di mezzo, che propone in tutta Italia la nona edizione della nottata di intrattenimento e sensibilizzazione sui senza dimora. E, a Milano, un weekend di turismo responsabile.

Il punto d'incontro a Milano per i partecipanti sarà in piazza Santo Stefano alle ore 20, in occasione della "Notte": fin da subito, infatti, i "turisti" saranno protagonisti della serata che culminerà con la dormita finale all'aperto, in cui tutti saranno invitati a passare la notte nel proprio sacco a pelo con l'obiettivo di portare all'attenzione di cittadinanza e istituzioni la problematica dei senza dimora.

Dal lavoro sul territorio si può, e si deve, ripartire.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO