Elezioni Politiche 2015? "Renzi vuole andare al voto"

Lo dice la tesoriera di Forza Italia Maria Rosaria Rossi. E non è l'unica a pensarla così.

Che il governo Renzi possa durare davvero fino al 2018 non lo crede praticamente nessuno. Non perché il segretario del Pd non abbia la chance di portare il suo esecutivo al termine naturale della legislatura, ma perché la cosa non sembra essere la più conveniente, soprattutto se le difficoltà che sta incontrando in quest'ultimo periodo si trasformeranno in veri e proprio ostacoli insormontabili. Mettiamola così: a Renzi conviene evitare il voto per approfittare dell'appoggio di Berlusconi su alcune riforme e per non irritare i partner europei che continuano a richiedere "stabilità all'Italia".

Ma se le difficoltà del governo si trasformeranno in ostacoli insormontabili, ecco che il premier non avrebbe nulla da perdere ad andare al voto anticipato, ad elezioni politiche nel 2015. D'altra parte, nonostante alcune difficoltà, tutti i sondaggi non fanno altro che mostrare come non ci sia alternativa a un governo guidato dal Pd. Con un parlamento in cui le fila del Partito Democratico, dopo le elezioni, sarebbero al 100% renziane. Il che eviterebbe al premier buona parte delle grane che dalla minoranza continuano a piovergli addosso.

Ovviamente, per andare alle urne, bisogna prima riuscire nell'impresa di approvare l'Italicum, la nuova legge elettorale. Fatto questo, niente di più facile da immaginare che, se le difficoltà persistono, si vada al voto all'insegna delle parole d'ordine, di stampo un po' berlusconiano, "non mi hanno fatto lavorare". Che le cose andranno così sembra essere convinta la tesoriera di Forza Italia e fedelissima del Cavaliere, Maria Rosaria Rossi, che in un'intervista a Repubblica spiega:

"Io penso che Renzi voglia tornare subito al voto. Vedo cose, movimenti. Lo capisco dai segnali intorno a lui. (...) Se continua così si indebolisce. Ha tutto da guadagnare. Le diro di più, deve sbrigarsi".

Per ora il premier non può che tenere la bocca cucita sulla questione: il rischio che il solo sospetto faccia naufragare la riforma della legge elettorale è troppo alto. Ma una volta andata in porto, per Renzi l'alternativa sarà solo una: o tutte le truppe si allineano ai suoi ordini, oppure si torna al voto. Che il Pd possa "non vincere", con l'Italicum, non è nemmeno preso in considerazione.

ITALY-POLITICS-AUTO-COMPANY-FIAT

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO