Val di Susa: Matteo Renzi mercoledì al cantiere di Chiomonte

Visita del Presidente del Consiglio al cantiere Tav di Chiomonte, in Val Susa. Mobilitazione NoTav

Il premier Matteo Renzi visiterà mercoledì mattina il cantiere Tav di Chiomonte, in Val Susa: sarà probabilmente solo un breve blitz, quello del Presidente del Consiglio, che ad attenderlo troverà una delegazione di parlamentari PD, con in testa il senatore piemontese Stefano Esposito, vice-presidente della Commissione Trasporti.

E' la prima volta di Matteo Renzi ai cantieri della Val di Susa ma non è certo la prima volta di un Presidente del Consiglio tra le montagne del Piemonte: i NoTav stanno già organizzando in due sit-in di protesta, alle 10 di mercoledì 17 settembre al campo sportivo di Giaglione ed alle 11 presso la centrale di Chiomonte.

Ufficialmente le visite "politiche" ai cantieri valsusini sono riprese, dopo la pausa estiva, proprio oggi: alle ore 14 infatti una delegazione di parlamentari di Forza Italia, guidati dall'onorevole Mino Giachino, responsabile nazionale dei Trasporti di FI, ha fatto visita ai cantieri di Chiomonte, entrando nel tunnel in fase di scavo.

L'invito di visitare i cantieri in Val di Susa è stato rivolto al Presidente del Consiglio più volte, sia dal governatore Sergio Chiamparino che dal senatore Stefano Esposito (noto, e sotto scorta, per le sue posizioni pro-Tav), ma ufficialmente nulla è dato per certo.

"Ascolti dunque, ascolti e ascolti ancora questa comunità ‘ribelle’ della Val di Susa. E scoprirà – noi lo sappiamo ormai bene per esperienza diretta – che quei valligiani sono assai più saggi, maturi e consapevoli di tanta parte di quella classe dirigente che da oltre vent’anni sta tentando di imporle un progetto che mai passerà! Perseverare nell’errore di sottovalutare questa riserva di intelligenze, di competenze e di sensibilità farebbe solo perdere ulteriore tempo al nostro Paese tutto, e non aiuterebbe certo a ripianare il deficit-record accumulato negli ultimi decenni."

si legge in una lettera pubblicata da Contropiano e firmata dagli attivisti fiorentini Pier Luigi Tossani e Girolamo Dell’Olio, dell'associazione Idra (parte civile nel processo fiorentino contro i costruttori della Tav appenninica), che si appellano all'ex sindaco di Firenze affinchè almeno lui manifesti la volontà di ascoltare le ragioni dei NoTav attorno ad un tavolo di confronto, sempre negato alle popolazioni della Val di Susa ed ai movimenti.

p251608-620x350

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO