Ballarò, puntata16 settembre 2014: da Benigni a Prodi, da Delrio a Brunetta un copione già visto

Occhi puntati questa prima serata di Ballarò 2014

004_Ballaro_Giannini_Primapuntata

00.03 Si chiude con la sensazione di un nulla di fatto. E al posto dell''Alè' Floris ci tocca un "Buona notte e buona fortuna", preso in 'prestito' da Edward R. Murrow, anchorman della CBS, storico oppositore al maccartismo e celebrato da Clooney in un omonimo film. La sensazione di copia di mille riassunti non ci abbandona.
La sintesi migliore l'ha fatta forse l'economista Mazzucato che non ha esitato ad archiviare la serata - e la politica italiana - come un vuoto giro di parole. Nessuno sembra davvero impegnato a pensare a qualcosa di concreto.

033_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

00.01 Peccato che la 'minaccia' paventata non possa verificarsi se non con l'intervento del Paese stesso. L'intervento della Troika si richiede, non scatta d'ufficio.

00.00 Per chiudere sulla situazione economica dell'Italia si sventola lo spauracchio del commissariamento dell'Italia da parte della Troika. A spiegarlo un bella clip in video-grafica di Tiwi.

23.58 Trailer della web-serie Il Candidato (definita da Giannini "una House of Cards alle vongole", ovvero come distruggerla) al via la prossima settimana.

031_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

23.54 Ultimi cartelli sul lavoro e sul sindacato.

23.50 Per Brunetta la politica del Governo non può funzionare e poi per certe manovre non ha i numeri, Insomma, punta a entrare nel governo, stringi stringi.

22.40 La Spagna può essere un modello per l'Italia? Delrio dice di no: "Ha il doppio della nostra disoccupazione". L'obiettivo del governo, ribadisce Delrio, è ridurre il cuneo fiscale.

23.33 Giovani e lavoro. Si passa a un servizio dalla Spagna che si è inventato il Golden Visa: gli imprenditori possono avere la cittadinanza spagnola, quindi europea, se acquistano debito del Paese.

23.30 E' il momento della Password di Ilvo Diamanti: "I giovani sono un popolo invisibile sul piano del lavoro.. il 40% è disoccupato, molti altri sono pre cari. Ma perché non si incazzano e non si mobilitano contro i loro stessi genitori? Non lo fanno per ché dipendono dagli adulti. E così i più qualificati se ne vanno.
SE i giovani sono il futuro, il futuro in Italia è passato. E ci si ri collega a quel "Ricordatevi il futuro di Benigni".

23.15 Brunetta ha gioco facile con Giannini: il suo copione, stranoto, viene applicato con le solite formule. Giannini, in ogni caso, non ha il pubblico in mano: i presenti non esitano a mostrare il proprio disappunto (e fanno esattamente il gioco di Brunetta".

23.13 E' inutile, Brunetta è una certezza: "capisco l'ambiente di sinistra, non è cambiato nulla, siamo sempre su Rai 3". Brunetta riesce a far innervosire persino il finora compunto Giannini che cerca di togliergli la parola. "Eh, ma non può monopolizzare il dibattito" gli dice Giannini. Eh, Giannini, come se non sapessi chi hai invitato.

23.07 Tema del blocco, il mercato del lavoro. "Non è che togliendo l'art. 18 si creano posti di lavoro" dice Delrio che spiega anche il contratto a tutela progressiva.

23.05 "Cosa direbbe a un ragazzo di studiare o di sposare un'ereditiera?"... Uhm. Piketty per fortuna risponde 'studiare'. Tempo fa qualcun'altro invece consigliava altro. Ma non era un economista.

028_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

23.02 Di ritorno dalla pubblicità si intervista l'economista Piketty, autore del "Il capitale" testo di moda negli ultimi tempi.

027_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.52 Il filo guida di Giannini è "cosa non ha funzionato del Governo Renzi". Dopo gli 80 auro tocca all'edilizia scolastica. E Francesa Fagnini va a scoprire l'acqua calda, con una certa indignazione, tra le scuole romane. Uh, 'è l'amianto? Uh, si è costruito con l'amianto fino agli anni '80. Uh, lo fabbricavamo noi...

22.51 Landini: "Ma non venite a dire a chi sta perdendo il lavoro, a 1200 euro che la colpa è sua. Ma basta fare tutto uguale. Ma sono loro che hanno portato i soldi all'estero? Sono loro che corrompono? Basta prendersela con chi si fa il mazzo".

22.50 Landini non sa chi sia la signora Nonino...

22.46 "E' peggio di Floris, lei, eh! Se lei mi obietta le consiglio di leggere dei libri che a Repubblica non si leggono!" GIannini: "Ma che c'entra Repubblica! Era un'altra vita".

22.47 Brunetta si scioglie: "Troppa piccole e piccolissime imprese in Italia. Una buona dose di piccole imprese ci vuole. Ma non fanno ricerca. Sapete perché in Italia non c'è una grande industria? Per colpa dell'art. 18". E lo studio si ribella. Persino Giannini.

026_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.45 Delrio: Il bonus ci sarà anche l'anno prossimo. Sarà esteso? Il nostro obiettivo è quello. Ai pensionati e alle partite Iva? "Non esageriamo.... " il senso dell'espressione di Delrio.

22.43 Finalmente si anima il dibattito, con tutti che vogliono intervenire. Delrio contesta 'l'annuncite' e fa la lista di quello che ha fatto il Governo. Abbiamo detto e abbiamo fatto.  La vocina di Brunetta contesta in sottofondo: "Non è vero, non è vero"... ma dura poco. Rispetto per Giannini? Timore del primo giorno di scuola?

025_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.40 I posti di lavoro non si distribuiscono per decreto, ricorda la Nonino. E sposta il focus sulla produttività del lavoro, che non è in linea con il resto dell'Europa. E dire a Nonino che le imprese non investono vuol dire aver sbagliato esempio.

22.36 Landini si scalda sull'abolizione dell'Art. 18.

024_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.34 Parola a Landini. Perché questi 80 euro di Renzi non funzionano? "Perché non c'è certezza che continuino". E come caso di ingiustizia sociale, Landini  tira fuori la storia della buonuscita di 27 milioni di Montezemolo... Scusatemi, non trovo il nesso e non lo userei come esempio di ingiustizia sociale. Anche perché si potrebbe aprire ilcapitolo delle garanzie degli operai e dei dipendenti a fronte del far west sindacale delle figure del precariato. Quella la trovo più ingiusta.

22.33 Uscendo dal servizio la notizia è che c'è stata una nuova fumata nera per la consulta dal Parlamento.

22.27 Nuovo servizio, questa volta dalla Johnson: operai in cassa integrazione.

022_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.25 "Sono gli effetti dell'annuncite" commenta Giannini.

023_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.24 La Ghisleri elenca in altri due cartelli la progressiva diminuzione della fiducia degli italiani verso Renzi, per quel che non è stato fatto e per le ragioni per cui non è stato fatto.

021_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.21 L'andamento della fiducia in Renzi.

020_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.19 De Bortoli: "In Europa non si fidano di noi perché lasciamo le cose a metà" E arriva l'apposito cartello.

019_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.15 Ci si collega con Montecitorio per commentare la questione delle votazioni per il magistrati.

22.12 Brunetta non ringhia. "... questi sono i dati che lei ha correttamente mostrato". L'assenza di Floris si percepisce anche da queste piccole cose...

22.11 Finora ho sentito parlare solo Giannini. E mi sembra di seguire una commedia dell'arte: ognuno sa la propria parte e il canovaccio è noto a tutti. Anche al pubblico.

22.11 La parola passa a Brunetta: "La crisi non è colpa di Renzi, ma degli ultimi tre governi", da Monti in poi, insomma...

018_Ballaro_Giannini_Primapuntata

22.05 Uh, si torna ai cartelli, ecco il numero 8 sul quale viene interrogato Delrio. Argomento, la crescita. Tutte le previsioni sono state sbagliate, dice il sottosegretario.

22.05 Si apre il dibattito.

22.04 E si va a Carrara per parlare delle Cave acquistate dalla famiglia Bin Laden. "Unica opportunità quella di vendere agli arabi".

22.02 Ed ecco la Ghisleri, sondaggista di fiducia di Berlusconi "e diciamolo, anche che negli ultimi anni non ha sbagliato un colpo". Ma sì,

22.01 Inizia ora, di fatto, la puntata di Ballarò con il parterre di ospiti chiamato a discutere sul futuro del Paese.

Ballarò, Romano Prodi: "Carriera politica finita. Bisogna sapere quando ritirarsi"


21.54

I 101 le bruciano ancora? "Ma non mi ha mai bruciato! Il voto segreto è una cosa goliardica... Non ci ho mai creduto. Io non sono in corsa, Né per incarichi di carattere locale né Nazionale. IO penso che per me sia finita e mi sembra anche una bella fine. Gli atleti devono sapere quando ritirarsi. 016_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

21.52 Sufficiente il piano di Governo? "Le riforme si fanno una alla volta. Le cose che si dice verranno fatte bisogna poi farle vedere ai nostri partner. Il mio è un punto di vista padano...". Il succo, insomma, è che le cose vanno dette e fatte, tutte, rigorosamente: L'Europa non vuole fumo negli occhi. 21.48 "cedere sovranità è necessario, ma all'Europa, non alla Germania. Questa Europa è diversa da quella che immaginavamo.

015_Ballaro_Giannini_Primapuntata

21.45 Si passa a parlare di Europa con Prodi. Sento in lontananza  telecomandi che smanettano...

Ballarò, puntata 16 settembre 2014, Roberto Benigni: "Il PD è l'unica opposizione a Renzi"


21.43

E finisce così, senza grandi guizzi se non il claim "Ricordiamoci del futuro" questa pseudo intervista. Non danno il meglio di loro stessi, nessuno dei due. Ricordiamoci il Benigni di TuttoBenigni... E giocandosi questa carta adesso il pubblico è autorizzato a cambiare canale. Prodi dopo Benigni è da ongelamento del carnevale di Rio, comunque. 009_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

21.39 Benigni come vede l'Italia del 2020: "Un paese in cui si lavora, che rispetta cultura e ambiente, pulita... e questa è la Svizzera! Ma l'Italia la vedo meglio. Se riprendiamo la nostra natura, non quella che premia i furbetti, ma quella creativa, quella che ammina insieme, saremmo in grado di resistere anche q tutto quello he ci chiede l'Europa. c'è un futuro da costruire insieme. Bisogna ricordarsi del futuro. 21.37 IL PD esiste? "Eccome! E' l'unico partito che fa opposizione a Renzi. Meno male che esiste".

21.37 Ma si parla del Patto di Nazareno: "All'epoca si disse che l'uomo più a destra della politica andava nella sede del PD. Poi arrivò anche Berlusconi..."

21.36 Berlusconi: "Beh, un po' di consensi li ha persi. Storicamente dopo un ventennio si perdono un po' eh... E poi sono venti anni che rispondo a domande su Berlusconi. Facciamo in modo che non diventino 21".

21.35 Quello che succede all'Emilia Romagna è nulla rispetto a quello che succede in Piemonte. E poi tutto questo malaffare al Nord! Bisogna stare attenti a che tutta questa criminalità non scenda al sud.

21.29 "La riforma della scuola i vuole. Gli 80 auro? Vanno benissimo. Li ha messi e sono rimasti. Solo quelli, perché del resto non c'è più nulla, ma quelli sono rimasti, Renzi le mantiene le promesse... 008_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

21.27 Si gioca a non rispondere su Renzi. "Sarò buono, parlerò bene di tutti". Renzi? "L'agenda di mille giorni è lunga. Lui spera che ce se ne dimentichi ma io gli tengo il conto eh... ". "Ma che vuoi dire a uno che è riusito a far vincere il PD è capace di tutto".

21.26 Si inizia col classico giro di salamelecchi. "Saluto Prodi che è in studio e che si porta sempre i suoi 101 fedelissimi..."

21.24 Entra Prodi, ma giusto per passare la linea all'intervista con Benigni. 006_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

 

21.18 Prima di Benigni copertina di Alessandro Poggi "alla quale non vogliamo rinunciare". Un servizio dalla riunione di Cernobbio. Un giro tra le villle del Lago di Como, da Milva a Berlusconi, un giro tra il commento di Brunetta ("Renzi fa bene a non essere malato di convegnite"), una dichiarazione di Monti, una fuga di Casaleggio, un parallelo tra le sagre di paese e i menu del meeting sul lago. 005_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

21.17 Eccola la nuova sigla di Ballarò ("E' un po' un Ballarò 2.0 quello he sentiamo". Lo studio è quello solito. Tutto pronto per Benigni. 003_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

21.12 E si annuncia un po' di Benigni. Quindi pubblicità.

21.11 Primo servizio sui beni culturale per laniare #LItaliaMigliore. Si va nell'area di Bacoli (NA), area di grande interesse paesaggistico, scientifico e culturale. 002_Ballaro_Giannini_Primapuntata

 

21.05 Un lungo applauso per Giannini che inizia il suo discorso:

"La nostra non sarà una rivoluzione, alcune novità on qualche novità nello spirito della nostra missione. Un grazie a Giovanni Floris senza il quale questa trasmissione non sarebbe stata quello che è (applausi).

Dovete sapere che tra i giornalisti spesso si parla male: non è il nostro caso e non è il mio caso.

Un altro grazie alla Rai che non merita critihe, che resta la più grande azienda culturale del nostro Paese. Deve avere solo l'orgoglio di dimostrarlo ogni giorno. E lo può fare.

Vi avviso, questo sarà un programma di parte, ma la parte sarà sempre quello del pubblico a casa, il nostro azionista di maggioranza e di riferimento. I cittadini, che hanno il diritto di sapere.

Il nostro tentativo è quello di raccontare sempre la verità dei fatti. Può avere tante facce e noi rispetteremo tutte le opinioni... Non ci può essere spazio per le fazioni... E come diceva Pulitzer "Un giornalismo indipendente è la forza più possente che la civiltà abbia mai sviluppato".


GIannini inizia serio questo ciclo di Ballarò.

21.01 Massimo Bernardini twitta scatti dallo studio di Ballarò in attesa della diretta. Spunta un tavolo...


20.33

Ci vuole ancora tempo prima che inizi la puntata, ma la vigilia è calda: i giornalisti dell'Usigrai sono sul piede di guerra contro le scelte della dirigenza che assolda professionisti non Rai a fior di milioni a discapito dell'offerta informativa dell'azienda. Al termine delle edizioni del Tg viene letto il comunicato dell'Usigrai, che vi riportiamo in basso.

Le giornaliste e i giornalisti della Rai hanno deciso di ritirare le firme dai servizi di questa edizione per denunciare che le decisioni assunte dalla Direzione Generale della Rai avvengono non a nome dei dipendenti. Il Direttore Generale continua a sprecare i vostri soldi assumendo esterni pagati centinaia di migliaia di euro all’anno. Ha ordinato la chiusura di edizioni del giornale radio e di rubriche di approfondimento. Toglie ai telegiornali e alla radio risorse e mezzi indispensabili per una informazione di qualità. Vende pezzi di azienda, come RaiWay, per fare cassa. Il Direttore Generale sta ridimensionando la Rai Servizio Pubblico. L’Usigrai, il sindacato dei giornalisti della Rai, invece vuole riformare la Rai per renderla migliore, libera dal controllo dei partiti e dei governo, al servizio esclusivo dei cittadini.

E ogni riferimento a Massimo Giannini non è affatto casuale. Chi ben comincia...

Ballarò, puntata 16 settembre 2014, live su Polisblog: con Benigni e Prodi, anche Brunetta e Delrio


UPDATE

: finalmente noto il parterre completo della puntata di questa sera, intitolata "L'Italia ce la farà ad uscire dalla crisi?" Al centro del dibattito ovviamente la presentazione alle Camere del programma di governo per i “mille giorni”​ di Matteo Renzi che l'ha definito l’“ultima chance” per il Paese, mentre le ultime stime dell’Ocse e di Confindustria parlano ancora di recessione.

"Quali effetti ha avuto il provvedimento sugli 80 euro? E sul nostro Paese incombe ancora il rischio che arrivi la Troika?"

si domandano Giannini e i suoi ospiti, ovvero i (già annunciati) sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio e il direttore Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, cui si aggiungono il Capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta, il segretario generale Fiom Maurizio Landini, l’imprenditrice Antonella Nonino e l’economista Mariana Mazzucato. Contrariamente a quanto annunciato in precedenza, parte già stasera web serie “Il Candidato”, con Filippo Timi nel ruolo di uno sprovveduto candidato alla presidenza del Consiglio alle prese con un’improbabile campagna elettorale. ________ Prima puntata della 13a stagione di Ballarò questa sera, martedì 16 settembre, dalle 21.05 su Rai 3 e come ormai si sa, non è certo un debutto come tutti gli altri. Alla guida dell'ormai storico talk della terza rete Rai non c'è più Giovanni Floris (che invece stasera inaugura diMartedì su La7), ma Massimo Giannini, già vicedirettore di Repubblica e già assiduo frequentatore dello studio di Ballarò ora chiamato, non senza polemiche, a prendere il posto di Floris. Noi ovviamente seguiremo con particolare attenzione questo debutto commentando live su Polisblog la prima puntata di Ballarò 2014 a partire dalle 21.05. Per il debutto, Giannini ha preparato un'intervista a Romano Prodi, che torna sulla scena televisivo-politica italiana dopo una lunga assenza, e un incontro con Roberto Benigni che si preannuncia già il momento clou della serata, con buona pace del resto della scaletta. In studio il sottosegretario Graziano Delrio e Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera. Il cambio di conduzione si traduce in una serie di 'novità' che riguardano struttura e confezione del programma. Partendo dalla sigla, non si rinuncia a Jeux d'enfants, del Cirque du Soleil, ripresentata però con un arrangiamento inedito di Ivano Fossati. La tradizionale copertina satirica sarà affidata ogni settimana a un comico diverso e dal 23 settembre, durante serata, sarà trasmessa anche la web-serie Il Candidato, prima serie interstiziale italiana dedicata alla politica e composta da 20 puntate da 5' ciascuna. Vedremo stasera, invece, se trovano conferma i rumors che parlano una 'prefazione' di Giannini a inizio puntata: si è accennato a una sorta di editoriale/chiave di lettura sul modello santoriano. Altro cambiamento (necessario), l'ingresso dell’istituto Euromedia Research di Alessandra Ghisleri per i sondaggi dopo il passaggio di Pagnoncelli a La7 con Floris. BallaroGiannini Per quanto riguarda l'impianto del programma, la nuova edizione di Ballarò promette più inchieste, più collegamenti in diretta, più racconti sul campo, più notizie. In pratica, un talk diverso da quello di Floris. Basta uno sguardo anche alla 'campagna Twitter' #LItaliaMigliore alla ricerca dei tesori nascosti del nostro Paese: un modo per 'viralizzare' i social, tra gli obiettivi di questa annata.


Quale sarà l'impronta di Giannini al prime time di Rai 3, quale l'idea di talk politico che porterà in tv, quali le differenze con la tradizione di Floris lo scopriremo stasera, seguendo live su Polisblog la prima puntata della nuova stagione di Ballarò: appuntamento alle 21.05. E diciamoci la verità, confrontarsi col Ballarò di Floris non sarà facile: 13 anni di abitudini tv non sono semplici da scardinare.

 

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO