Unione Europea e ambiente: l'ignoranza del governo italiano

da Il Manifesto

Come è stato confermato ieri, l'Unione Europea è preoccupata per le regressioni fatte, soprattutto grazie all'Italia, nella possibilità di trovare un accordo che abbia come obiettivo la salvaguardia dell'ambiente e il passaggio graduale ad un utilizzo di risorse energetiche rinnovabili.

Di qualche minuto fa le dichiarazioni di Sarkozy, certo non noto per essere un ecologista convinto, che in questo periodo detiene anche la presidenza di turno dell'Unione Europea: "Abbandonare il pacchetto dell'Unione Europea è irresponsabile e drammatico . La situazione ambientale del mondo non è migliorata siccome c'è la crisi finanziaria.

Il pacchetto è fondato sulla convinzione che il mondo va incontro alla catastrofe se continua a produrre nelle stesse condizione. Non vedo alcuna argomentazione che mi dica che il mondo va meglio dal punto di vista ambientale solo perché c'è la crisi economica". Cosa manca al governo italiano per comprendere l'importanza di politiche ambientali serie e dal punto di vista economico e in un'ottica di salute dei cittadini?

Manca ciò che evidentemente caratterizza invece altri paesi: un progetto futuro condiviso, una reale preoccupazione per i propri territori e i cittadini, una cultura capace di allargare i propri orizzonti al di là delle proprie piccole frontiere. E' disarmante sentire Matteoli dire "Perché dobbiamo cedere?", un ex ministro dell'ambiente da brividi. Un'altra occasione persa per l'Italia, con una pessima reputazione a livello internazionale come poche volte, e un'evidente incapacità dei suoi politici di uscire dall'ideologia "impresa mercato crescita".

Chi ha detto che è finita l'epoca delle ideologie? Mai come in questo momento la sensazione è di essere in balia di persone totalmente sprovvedute e quindi facilmente manipolabili. E' il neoliberismo autachico e populista made in Italy, che tanto piace a milioni di individui consumatori.

Vignetta /Il Manifesto

  • shares
  • Mail
51 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO