Il papa nomina sei nuovi cardinali, nessuno dei quali è italiano

Il papa nomina sei nuovi cardinali, nessuno dei quali è italiano

Previsto da tempo, è giunto l'annuncio del papa per un nuovo concistoro in cui creerà dei nuovi cardinali. Pur atteso, l'annuncio è stato una sorpresa per molti nell'ambiente curiale: in molti pensavano che si tenesse il prossimo febbraio, invece papa Ratzinger ha spiazzato tutti. Lo sorpresa è grande anche per un altro motivo: non ci sono italiani. Se nello scorso concistoro – tenutosi a febbraio 2012 – gli italiani erano in maggioranza (dieci su ventidue) in questo nuovo elenco di nomine non figura nemmeno un italiano. Questo l'elenco dei nuovi cardinali:


  1. Mons. James Michael Harvey, Prefetto della Casa Pontificia (che diventerà Arciprete della Basilica Papale di San Paolo fuori le mura);

  2. Sua Beatitudine Béchara Bouros Raï, Patriarca di Antiochia dei Maroniti (Libano);

  3. Sua Beatitudine Baselios Cleemis Thottunkal, Arcivescovo Maggiore di Trivandrum dei Siro-Malankaresi (India);

  4. Mons. John Olorunfemi Onaiyekan, Arcivescovo di Abuja (Nigeria);

  5. Mons. Rubén Salaza Gómez, Arcivescovo di Bogotá (Colombia);

  6. Mons. Luis Antonio Tagle, Arcivescovo di Manila (Filippine).

Il papa nomina sei nuovi cardinali, nessuno dei quali è italiano

Come sottolinea il papa “i cardinali hanno il compito di aiutare il Successore di Pietro nello svolgimento del suo Ministero di confermare i fratelli nella fede e di essere principio e fondamento dell’unità e della comunione della Chiesa”.

Restano a bocca asciutta, diciamo così, monsignor Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, monsignor Francesco Moraglia, patriarca di Venezia e monsignor Salvatore (Rino) Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, che da diverso tempo si vede “sfuggire” la porpora.

La mancanza di cardinali italiani è sintomatica: due porporati italiani, infatti, sono in qualche modo legati allo scandalo Vatileaks (si tratta di Angelo Comastri e Paolo Sardi) e in curia c'è molto malcontento per come l'italiano Tarcisio Bertone gestisce tutto.

Interessante anche la nomina cardinalizia di Mons. James Michael Harvey, finora prefetto della Casa Pontificia: non dimentichiamo che Paolo Gabriele, il corvo, prima di diventare maggiordomo del papa era aiutante di camera proprio del neo cardinale. Un'altra rottamazione di papa Benedetto XVI?

Foto | Getty

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO