Elezioni Provinciali 2014: i risultati

Tutti i risultati delle elezioni provinciali del 12 ottobre 2014.

Elezioni Provinciali 2014, ecco i risultati del voto del 12 ottobre 2014, regione per regione: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia-Romagna - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Toscana - Umbria - Veneto

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Marche


Risultati elezioni provinciali Marche ottobre 2014

Nelle Marche si è votato per le provinciali ad Ancona, Ascoli Piceno, Fermo e Pesaro-Urbino.

Ancona: ha vinto Liana Serrani del Pd, sindaco di Montemarciano, con il 70% dei voti.

Ascoli Piceno: il presidente è Paolo D'Erasmo, sindaco di Ripatransone, candidato unico e membro del Od, anche qui il voto è stato boicottato dal Movimento Cinque Stelle.

Fermo: è stato confermato Fabrizio Cesetti dei Verdi con il 60% dei voti.

Pesaro-Urbino: il presidente è Daniele Tagliolini, sindaco di Peglio, del Pd, che ha ottenuto il 76% dei voti. Alle urne si sono presentati due terzi degli aventi diritto al voto.

(Fonte: la Repubblica)

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Umbria


Risultati elezioni provinciali ottobre 2014 Umbria

In Umbria si è votato in entrambe le province, quella di Perugia e quella di Terni.

Perugia: Nando Mismetti, con il 54,8%, è il nuovo presidente della Provincia. Sconfitto Nicola Alemanno che si è fermato al 45,2%. L'affluenza si è attestata all'88%. Mismetti, eletto nelle file del centrosinistra, è il sindaco di Foligno. Il suo avversario Alemanno è il primo cittadino di Norcia.

Terni: Vittoria schiacciante per Leopoldo Di Girolamo, eletto nuovo presidente della provincia. Il candidato del centrosinistra, che è anche il sindaco di Terni, ha ottenuto il 73% dei voti, battendo Giorgio Cocco, sindaco di Porano, che si è fermato al 27%. L'affluenza è stata del 75%.

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Toscana


Risultati elezioni provinciali Toscana ottobre 2014

In Toscana si è votato per le provinciali a Arezzo, Grosseto, Livorno, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena

Arezzo: Roberto Vasai è stato confermato presidente della Provincia con il 71% dei voti contro il 29% del suo avversario Daniele Bernardini (sindaco di Bibbiena). Il Pf ottiene otto consiglieri, uno alla lista di appoggio a Vasai, tre alla lista concorrente. L'affluenza è stata dell'85,43%.

Grosseto: il presidente della Provincia è Emilio Bonifazi, candidato unico. Il sindaco di Grosseto ha ottenuto 231 preferenze. I consiglieri del Pd sono sette: Daniela Piandelaghi, Elisabetta Iacomelli, Marco Galli, Giancarlo Farnetani, Federico Balocchi, Andrea Benini e Pietro Migliaccio. Per la lista il Centrodestra per la Maremma sono stati eletti Enzo Turbanti, Ezio Puggelli e Arturo Cerulli. Nessun consigliere alla lista Sinistra grossetana.

Livorno: Alessandro Franchi, sindaco di Rosignano Marittimo, è stato eletto presidente della Provincia, appoggiato sia dal Pd sia da Forza Italia. Battuto Giuliano Parodi sindaco di Suvereto appoggiato dalla lista Assemblea Democratica. Alleanza Democratica piazza sei consiglieri, cinque del Pd e uno di Forza Italia.

Massa Carrara: il sindaco di Montignoso, Matteo Buffoni, è il nuovo presidente della Provincia. Ha battuto Lucia Baracchini sindaco di Pontremoli.

Pisa: è Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, il nuovo presidente della Provincia. Era l'unico candidato, sostenuto dal centrosinistra. L'affluenza è stata dell'80%.

Pistoia: Federica Fratoni, unica candidata alle provinciali, è stata eletta presidente. Otto consiglieri sono andati al listone Pd-Pdl, due alla lista Pistoia civica e democratica. I consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle non hanno votato per protesta contro queste elezioni che considerano una "pagliacciata".

Prato: il sindaco di Prato Matteo Biffoni è stato eletto presidente della Provincia. Otto consiglieri sono di centrosinistra, Alberto Vignoli, Emanuele Pacini, Tommaso Bertini, Giulia Anichini, Emiliano Citarella, Paola Tassi, Filippo De Rienzo, Gabriele Alberti, due di centrodestra, cioè Roberto Cenni e Andrea Antonio Bonacchi.

Siena: Fabrizio Nepi ha vinto le elezioni provinciali. Il sindaco di centrosinistra di Castelnuovo Berardenga ha battuto il sindaco di Casole d'Elsa Piero Pii, candidato delle liste civiche con il sostegno del centrodestra. Nepi ha ottenuto il 72,30% dei voti contro il 27,7% di Pii.

(Fonte: Il Tirreno)

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Emilia Romagna


Risultati Reggio Emilia Provinciali ottobre 2014

In Emilia Romagna si è votato per le provinciali a Forlì-Cesena, Piacenza, Reggio Emilia e Rimini.

Forlì-Cesena: l'affluenza è stata del 73% e il nuovo presidente è il candidato unico Davide Drei, sindaco di Forlì. I 12 membri del consiglio provinciale per la lista "Provincia bene comune" di centrosinistra sono: Cristina Nicoletti, Giuseppe Zuccatelli, Nevio Zaccarelli, Daniele Valbonesi, Giorgio Frassineti, Luciano Casali, Gabriele Zelli, Emanuela Pedulli, Mauro Grandini, invece per la lista di centrodestra “La Provincia di Forlì-Cesena per la Romagna” sono stati eletti Valerio Roccalbegni, Fabio Fabbri e Deniel Casadei. (Fonte: Forlì Today)

Piacenza: l'affluenza è stata dell'87% e il nuovo presidente è Francesco Rolleri, sindaco di Vigolzone, unico candidato presentatosi. Ha ottenuto il 56% dei voti. Ecco i consiglieri: Paolo Dosi, Stefano Perrucci, Luca Quintavalla, Massimo Castelli, Alessandro Piva e Luca Quintavalla della lista "Provincia Unita-Rolleri presidente", Filippo Bertolini e Sergio Bursi della lista "Piacentini per il nostro Futuro", Gloria Zanardi e Paola Galvani della lista "Popolari piacentini". (Fonte: Piacenza 24)

Reggio Emilia: Giammaria Manghi de Pd, sindaco di Poviglio, unico candidato, è stato eletto nuovo presidente della Provincia con il 76,33% dei voti. L'affluenza è stata del 77,34%. (Fonte: Gazzetta di Reggio)

Rimini: è Andrea Gnassi il nuovo presidente della Provincia. Il sindaco di Rimini era l'unico candidato. L'82,02% degli aventi diritto al voto si è presentato alle urne per l'elezione del Consiglio, mentre per l'elezione del presidente ha votato il 74,16%. I 12 consiglieri eletti sono: Cristina Belletti, Massimo Allegrini, Giovanna Zoffoli, Ulrike Bonfini, Stefano Giannini, Ivana Baldinini, Alice Parma e Riziero Santi per la Lista Centro Sinistra, poi Enzo Ceccarelli, Renata Tosi, Giorgio Ciotti e Nicola Marcello per la lista Il Buon Governo in Provincia. (Fonte: Rimini Today)

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Liguria


Risultati provinciali 2014 in Liguria

In Liguria si è votato per le provinciali a La Spezia e Savona. Qui di seguito i risultati.

La Spezia: il nuovo presidente della Provincia è Massimo Federici, sindaco di La Spezia, del centrosinistra che ha ottenuto sette consiglieri, mentre tre scranni vanno al centrodestra. L'avversario di Federici, Giorgio Cozzani, candidato presidente con la lista di centrodestra, non ha avuto neanche le preferenze per entrare nel consigli provinciale.
I consiglieri di centrosinistra eletti sono: Riccardo Venturini, Marcello Delfino, Alberto Battilani, Giuliana Serafini, Fiorenzo Abruzzo, Paolo Manfredini e Carola Baruzzo. I tre consiglieri di centrodestra sono: Giacomo Giampedrone, Lisa Saisi e Maria Grazia Frijia. (Fonte: Città della Spezia)

Savona: il nuovo presidente è Monica Giuliano, sindaco di Vado, e il nuovo consiglio provinciale è composto da Alessandro Bozzano, Sara Brizzo, Giulia Tassara, Amedeo Fracchia, Lorenzo Operto, Federico Larosa, Maria Rosa Beretta, Angelo Vaccarezza, Giovanni Ferrari e Lucia Leone. (Fonte: Savona News)

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Veneto


Risultati Elezioni Provinciali Veneto 2014

In Veneto si è votato per le provinciali a Belluno, Padova, Rovigo, Verona, Vicenza. Ecco i risultati.

Belluno: l'affluenza è stata dell'84%, la Provincia, finora commissariata sarà guidata da Daniela Larese Filon, sindaco di Auronzo, candidato unico. (Fonte: Corriere delle Alpi)

Padova: il presidente è Enoch Soranzo, sindaco di Selvazzano sostenuto da Lega Nord, Pd e Ncd, ha avuto il 55% delle preferenze contro il 45% di Massimiliano Barison, appoggiato dai sostenitori del sindaco di Padova Massimo Bitonci e dai berlusconiani.

Rovigo: il nuovo capo della Provincia è Marco Trombini del centrodestra che ha battuto Nicola Garbellini candidato appoggiato da Pd, Psi e Ncd. L'affluenza è stata dell'89,67%.

Verona: il vincitore è Antonio Pastorello, sindaco di Roveredo di Guà, sostenuto da Forza Italia, Lega, Lista Tosi, Ncd, Scelta Civica, Futuro Popolare e Fratelli d’Italia. Ha avuto la meglio su Giovanni Peretti, appoggiato invece da Pd, Udc e dall'ala ex AN di Forza Italia.

Vicenza: Achille Variati, sindaco di Vicenza, è il nuovo presidente della Provincia. Il candidato di centrosinistra ha avuto il 63,7% dei voti battendo nettamente Milena Cecchetto, sindaco di Montecchio Maggiore.
(Fonte: Corriere del Veneto)

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Lombardia

900px-Flag_of_Lombardy.svg

In Lombardia si è votato per le provinciali a Brescia, Como, Cremona, Lecco, Monza-Brianza e Varese. Vediamo i risultati.

Brescia: il presidente è Pier Luigi Mottinelli che ha ottenuto il 67,54% dei voti. L'affluenza è stata dell'80,52%. Per quanto riguarda i consiglieri, sono dieci quelli della lista Comuni Bresciani per Mottinelli Presidente: Antonio Bazzani, Andrea Ratti, Michele Gussago, Laura Parenza, Diego Peli, Gianbattista Groli (per il Pd); Alessandro Mattinzoli, Mariangela Ferrari, Gianluigi Raineri (per Forza Italia); Mariateresa Vivaldini (Nuovo centrodestra), poi ci sono per la Lega Nord Mattia Zanardini e Franco Claretti, per l'Area Civica Democratica Giampiero Bressanelli e Giuseppe Lama e per la Lista Civica Comuni in Provincia Gianpietro Maffoni e Nicoletta Benedetti. (Fonte: Giornale di Brescia)

Como: Maria Rita Livio, sindaco di Olgiate Comasco del Pd, è il nuovo presidente della Provincia di Como. Con 41.819 punti ha battuto Andrea Maspero, sindaco di Pusiano e candidato di Forza Italia, che ha ottenuto 50.610 punti. L'affluenza è stata dell'80%. (Fonte: La Provincia di Como)

Cremona: Il nuoto presidente è Carlo Vezzini, candidato del centrosinistra, che ha ottenuto il 54,5% dei voti ponderati e ha battuto il candidato del centrodestra Antonio Agazzi, che ha avuto il 45.5% delle preferenze. L'affluenza è stata del 72,71%. (Fonte: Crema on line)

Lecco: l'affluenza è stata del 74,76% e il presidente è il candidato unico Flavio Polano, sindaco di Malgrate. (Fonte: Il Giorno)

Monza-Brianza: l'affluenza è stata dell'86,69%. Gigi Ponti del Pd, sindaco di Cesarno Maderno, è il nuovo presidente della Provincia. Ha battuto Angelo Piero Malegori, primo cittadino di Biassone, e Riccardo Mario Borgonovo, sindaco di Concorezzo. Borgonovo è stato battuto all'interno del suo partito, Forza Italia, da Federico Romani, figlio di Paolo Romani, che ha avuto più preferenze. In totale, dei sedici scranni, dieci vanno al Pd, tre a Forza Italia, due alla Lega Nord e uno alla Lista Civica. (Fonte: Nuova Brianza)

Varese: l'affluenza è stata dell'86,94%. Il nuovo presidente è Gunnar Vincenzi, sindaco di Cantello sostenuto dal centrosinistra e da Ncd, che ha battuto Silvana Alberio, sindaco di Gavirate, di centrodestra. Nove consiglieri sono della coalizione di Vincenzi, sette di quella di Alberio.
I sedici consiglieri sono: Paolo Bertocchi (Cunardo), Alfonso Attardo (Saronno), Valerio Mariani (Busto Arsizio), Fabrizio Mirabelli (Varese), Carmelo Lauricella (Gallarate), Laura Cavalotti (Tradate) e Alberto Tognola (Daverio) della lista “Civici e Democratici-per una Provincia che cambia”; Giorgio Ginelli (Jerago con Orago) e Marco Magrini (Cassano Valcuvia) della lista "Insieme per una Provincia civica"; Piero Galparoli (Varese), Giuseppe Taldone (Luino), Ennio Imperatore (Varese) e Marco Riganti (Solbiate Arno) della lista "Liberi per la Provincia" (due di Forza Italia e uno Udc); Giuseppe Longhin (Cavaria con Premezzo), Silvano Garbelli (Gerenzano) e Claudio Verga (Samarate) della lista Lega Nord. (Fonte: La Provincia di Varese)

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Lazio

1024px-Flag_of_Lazio.svg

Nel Lazio si è votato a Frosinone, Latina e Rieti: ecco i risultati.

Latina: Eleonora Della Penna, sindaco di Cisterna di Latina, in quota centosinistra (Pd, ma con il decisivo appoggio Ncd), è il nuovo presidente della provincia. Battuto a sorpresa Cosmo Mitrano, centrodestra, sindaco di Gaeta. 271 voti per Della Penna, 171 per Mitrano. Hanno votato 470 su 497 aventi diritto. La giornata di ieri al seggio è stata molto movimentata, l'ex presidente della provincia Cusani ha provato a votare ma non aveva diritto di voto a causa di una condanna per abuso d'ufficio.

Frosinone: E' Antonio Pompeo il nuovo presidente della provincia. Il sindaco di Ferentino - del Pd ma supportato anche da Ncd e Forza Italia - ha ottenuto il 54% sconfiggendo l'altro rappresentante del Pd Enrico Pittiglio che ha superato di poco il 46%. I votanti sono stati 990 su 1048, con una percentuale che sfiora il 95%.

Rieti: Giuseppe Rinaldi è il nuovo presidente della provincia. L'ex sindaco di Poggio Mirteto, sostenuto da due liste civiche, ha ottenuto il 61% dei voti, contro il 39% di Michele Pasquale Nicolai, in quota centodestra. Affluenza al 90%.

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Piemonte

1024px-Piemonte_Bandiera

In Piemonte si è votato per le provinciali ad Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara e Verbano, qui di seguito i risultati.

Alessandria: l'affluenza è stata del 78% nella sezione centrale e del 60% nelle sottosezioni. Il nuovo presidente è Rita Rossa, sindaco di Alessandria e candidata con una lista di centrosinistra, che ha battuto Paolo Borasio del centrodestra. (Fonte: Alessandria News)

Asti: il presidente della Provincia è Fabrizio Brignolo, sindaco di Asti, unico candidato con una lista bloccata costituita da dieci candidati al ruolo di consigliere per altrettanti posti disponibili. (Fonte: La Stampa)

Biella: Emanuele Ramella Pralungo è il nuovo presidente della Provincia. Dei dieci consiglieri, sei sono della maggioranza di centrosinistra: Massimo Biasetti (Trivero), Vincenzo Ferraris (Pollone), Paolo Galuppi (Biella), Paolo Rizzo (Biella), Giuseppe Faraci (Biella) e Mauro Ferraro Fornera. I tre consiglieri dell'opposizione sono: Franco Botta (Cossato), Enrico Moggio (Cossato), Federico Maio (Biella) e Gabriella Di Lanzo (Candelo). (Fonte: La Provincia di Biella)

Cuneo: Federico Borgna, sindaco di Cuneo e unico candidato alla Provincia, è il nuovo presidente. Lo hanno scelto 1326 sindaci e amministratori su 2802 chiamati alle urne, l'affluenza è stata dunque del 47,3%. C'era una sola lista con 12 candidati per 12 posti da consigliere provinciale, si tratta di: Claudio Ambrogio (Bene Vagienna), Mauro Bernardi (Borgo San Dalmazzo), Roberto Colombero (Canosio), Giorgio Lerda (Caraglio), Flavio Manavella (Bagnolo Piemonte), Annamaria Molinari (Castelletto Uzzone), Marco Perosino (Priocca), Rocco Pulitanò (Mondovì) Milva Rinaudo (Costigliole Saluzzo), Mario Riu (Caramagna), Bruna Sibille (Bra) e Ada Toso (Alba). (Fonte: La Stampa)

Novara: il presidente è Matteo Besozzi, candidato unico. L'affluenza è stata del 64,9%. (Fonte: OkNovara)

Verbano Cusio Ossola: l'affluenza è stata del 78,17% e il presidente eletto è Stefano Costa, sindaco di Baceno. Non poteva essere altrimenti visto che l'esponente del Pd era anche candidato unico. (Fonte: La Stampa)

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Molise

foto00177

In Molise si è votato solo ad Isernia.

Isernia: E' Luigi Brasiello, sindaco di Isernia, il nuovo presidente della Provincia. Ha ottenuto il 56% dei voti, contro il 44% dello sfidante Alfredo Ricci. L'affluenza è stata dell'89%.

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Basilicata

foto00176

In Basilicata si è votato in entrambe le province della regione, ecco com'è andata.

Potenza: Nicola Valluzzi si riconferma presidente della Provincia. Era l'unico candidato, in quota Pd, ed è stato lui stesso a postate per primo, su Twitter, un foglietto (!) con il conteggio dei voti.


Matera: il nuovo presidente della Provincia è Francesco De Giacomo, sindaco di Grottole (Pd). Sconfitto Antonio Stigliano (Forza Italia). L'affluenza registrata è del 94%. Ancora non sono note le percentuali.

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Abruzzo

elezioni provinciali 2014 - abruzzo

Si votava per tre province.

Pescara: vince Antonio di Marco (sindaco di Abbateggio e consigliere provinciale uscente, in forze al Pd), che prevale sull'ex presidente della Provincia Guerino Testa, candidato con una lista civica. Per di Marco il 59% dei voti. Affluenza all'89%.

Teramo: hanno votato 539 elettori su 576 aventi diritto, l'affluenza è del 93,58%. Renzo Di Sabatino, consigliere provinciale del Pd ed ex sindaco di Bellante ha battuto per pochi voti Gabriele Astolfi, sindaco di Atri. A Di Sabatino il 50,4% dei voti, ad Astolfi il 49,6%.

Chieti: è Mario Pupillo, sindaco di Lanciano, il nuovo presidente della provincia di Chieti. Con il 58% dei voti, ha battuto il suo rivale Nicola Scaricaciottoli, sindaco di Paglieta.

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Puglia

Elezioni provinciali 2014 - Risultati in Puglia

Lecce, il nuovo Presidente della provincia è Antonio Gabellone, che si riconferma. Il candidato del centrodestra ha battuto Massimo Manera (centrosinistra). Affluenza del 96% (1290 gli aventi diritto). Poco meno del 60% i voti per Gabellone, poco più del 40% quelli per Manera (la scarsa precisione è dovuta al sistema di calcolo con i voti ponderati).

Barletta-Andria-Trani, il nuovo Presidente della Provincia è Francesco Spina (centrodestra). Ecco i consiglieri eletti, grazie al lavoro del sito Andrialive.it

Centro Destra “Provincia Popolare - Uniti per la Bat” (lista del neo presidente eletto Francesco Spina):
Minervino Andrea
Corrado Giuseppe
Silvestri Vigilante Benedetto
Campana Domenico
Antonucci Luigi Rosario
Giorgino Vincenzo
Spina Antonia

"Centrosinistra per la nuova Bat" (candidato presidente Pasquale Cascella):
Marchio Rossi Lorenzo
Sgaramella Pasquale
Vitanostra Salvatore
Antonucci Giuseppe

"Provincia Civica":
Bruno Giovanna

Brindisi: come scrive Fasanolive.com, è Maurizio Bruno il nuovo Presidente della Provincia di Brindisi. Sostenuto da una lista di centrosinistra (e con il sotegno di Ncd del presidente uscente Ferrarese), Bruno, sindaco di Francavilla, ha ottenuto il 63% dei voti. Gianfranco Coppola (sindaco di Ostuni) ha ottenuto il 37% dei voti. Affluenza: 346 votanti su 359 aventi diritto (96,38%).

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Campania

elezioni provinciali 2014 - campania

In Campania si è votato per le provinciali a Salerno e a Benevento, ecco i risultati.

Salerno: Giuseppe Canfora, sindaco di Sarno, è il nuovo presidente della provincia di Salerno. Canfora (Pd, Sel, Udc) ha ottenuto il 60% dei voti (55.124 preferenze), sconfiggendo Giovanni Romano, sindaco di Mercato San Severino. L'affluenza è stata del 90%. Così sono ripartiti i consiglieri: 7 al Pd, 3 a FdI, 2 a Forza Italia, 2 a Unione di Centro, 1 a Ncd, 1 a Provincia Moderata.

Benevento: hanno votato 809 votanti su 842, con un'affluenza del 96%. Claudio Ricci, sindaco di San Giorgio del Sannio in quota Pd-Sel, è il nuovo presidente della provincia di Benevento. Ha ottenuto il 55% dei voti. Si ferma al 45% lo sfidante Giorgio Carlo Nista, sindaco di Colle Sannita.

Elezioni Provinciali 2014 - Risultati Calabria

elezioni provinciali 2014 regione calabria

Tre su cinque province in Calabria hanno votato per il rinnovo dei Consigli Provinciali e per l'elezione del Presidente della Provincia (dopo Vibo, che aveva votato il 28 settembre ed eletto andrea Niglia). Vediamo i risultati provincia per provincia, grazie a Ilquotidianodellacalabria.it.

Cosenza: affluenza: 1557 elettori, 88%. Viene eletto Presidente della provincia Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza (39,81%). Secondo il candidato di centrodestra Marcello Manna (34,28%), terzo il candidato di centrosinistra Cassano Gianni Papasso (25,91%). Si procede oggi allo scrutinio per la composizione del consiglio

Catanzaro: Enzo Bruno è il nuovo presidente della Provincia (in forze al Pd, ottiene il 41% dei voti ponderati). Tommaso Brutto (centrodestra) ottiene il 30%. Leonardo Procopio (sindaco di Montauro, indipendente) il 19,7%. Affluenza dell'88% (795 votanti).

Crotone: vince Peppino Vallone (48,6%), secondo Siciliani (46,6%). Affluenza: 317 votanti su 327 aventi diritto (96,9%). Consiglieri eletti:

«per il Pd Amedeo Nicolazzi, Sergio Iritale, Antonio Scigliano, Giuseppe Candigliota, Francesco Pellegrini, Franco Parise; Armando Foresta, "Per una nuova Provincia"; Luigi Arabia detto Tommaso e Cataldo Maltese per la lista "Provincia"; Maurizio Piscitelli per "Crotone prima di tutto"»

13 ottobre 2014: se questa fosse una tornata elettorale normale, seguita dai media come si deve, o magari anche solo con una sezione apposita sul sito del Ministero dell'Interno, come accade generalmente, ora staremmo commentando i risultati, che vi avremmo fornito in maniera puntuale e regolare.

Invece non accade niente di tutto questo, e per comunicarvi i risultati delle elezioni provinciali 2014 dobbiamo affidarci alla stampa locale o ai siti delle singole province. Il che significa che ci vorrà un po' di tempo per mettere il tutto in ordine.

Procederemo regione per regione.

Elezioni Provinciali 2014: oggi si vota in 55 province

12 ottobre 2014: se questa fosse una tornata elettorale normale, oggi si parlerebbe di Elezioni provinciali 2014, e questa sarebbe una diretta elettorale affollatissima e molto seguita. Sì, perché oggi si vota in tutto in 55 province.

Per la precisione, sono chiamati al voto gli elettori in Piemonte (Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano C.O.), in Lombardia (Brescia, Como, Cremona, Lecco, Monza-Brianza, Varese), Veneto (Belluno, Padova, Rovigo, Verona, Vicenza), Liguria (La Spezia, Savona), Emilia Romagna (Forlì-Cesena, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini), Toscana (Arezzo, Grosseto, Livorno ,Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena), Marche (Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Pesaro), Umbria (Perugia, Terni), Lazio (Frosinone, Latina, Rieti), Abruzzo (Chieti, Pescara, Teramo), Molise (Isernia), Campania (Benevento, Salerno), Basilicata (Matera, Potenza), Puglia (Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Lecce), Calabria (Catanzaro, Cosenza, Crotone).

Il punto è che gli elettori chiamati al voto sono solamente i consiglieri comunali e sindaci eletti e consiglieri provinciali uscenti. Si tratta, come abbiamo più volte raccontato, di elezioni di secondo livello.

Mediaticamente, si è raccontata l'abolizione delle Province. Oggi, però, verranno eletti i Presidenti e i Consigli provinciali di 55 di esse. Senza che il cittadino possa partecipare direttamente a una delle poche forme di partecipazione che gli è rimasta.

I regolamenti per la formazione delle liste e il clima politico generale del Paese hanno portato a formazioni trasversali che esasperano addirittura la già logora creatura montiana delle larghe intese.

Esclusi, politicamente e mediaticamente, i cittadini non cercano nemmeno di informarsi. Forse perché in molti non sanno neppure che oggi è giorno elettorale.

Elezioni Provinciali 2014, Parma

Voto dell'11 ottobre 2014. A Parma, dove l’affluenza è stata dell’81,6%, è stato eletto Presidente il Sindaco di Salsomaggiore Filippo Frittelli

Elezioni Provinciali 2014, Avellino

Voto dell'11 ottobre 2014. Ad Avellino, con un affluenza che è arrivata al 95,48%, il Presidente eletto è stato Domenico Gambarcorta, sindaco di Ariano Irpino.

Il voto a Modena

modena

Il 4 ottobre si è votato a Modena: il nuovo Presidente della Provincia è Gian Carlo Muzzarelli, sindaco del capoluogo. L'affluenza si è attestata all'80%. Muzzarelli ha conquistato 53mila voti contro i 23mila del suo sfidante Mauro Smeraldi, sindaco di Vignola.

I consiglieri eletti sono 9 del Pd, 2 di Unione Civica Modena, 1 di Forza Italia. Per il Pd Stefano Reggianini, Emilia Muratori, Francesca Maletti, Romano Canovi, Maria Costi, Maino Benatti, Luisa Turci, Claudio Pistoni, Francesca Silvestri. Per la lista Unione Modena Civica - Uniamoci, eletti Germano Caroli e Giorgio Verrini. Per Forza Italia Ugo Liberi.

Il voto a Ferrara

Schermata 2014-10-01 alle 13.07.45

Sarà Tiziano Tagliani il prossimo Presidente della Provincia di Ferrara, consultazioni svoltesi lo scorso 29 settembre: la lista 1, quella proprio con Tiziano Tagliani (Pd, 242 voti assoluti) e il sindaco di Comacchio, Marco Fabbri (M5S, polemiche già in atto perchè da Grillo era arrivato un chiaro "altolà"), ha incassato la vittoria elettorale: solo per una manciata di voti la lista 2 (presentata da Fdi e Gal) non è riuscita a piazzare un eletto nel nuovo consiglio provinciale, formato dal presidente e da 12 consiglieri.

I dodici consiglieri che entrano nel nuovo Consiglio provinciale, tutti della lista “Provincia insieme”, sono:

Fabrizio Toselli (sindaco di Sant’Agostino) con 7.633 voti, Marco Fabbri (sindaco di Comacchio) con 7.437 voti, Bianca Maria Vitelletti (consigliera comunale di Ferrara) con 7.420 voti, Nicola Rossi (sindaco di Copparo) con 6.705 voti, Piero Lodi (sindaco di Cento) con 6.600 voti, Elisabetta Soriani (consigliera comunale di Ferrara) con 6.529 voti, Nicola Minarelli (sindaco di Portomaggiore) con 6.410 voti, Antonio Fiorentini (sindaco di Argenta) con 6.243 voti, Diego Viviani (sindaco di Goro) con 6.139 voti, Gianni Michele Padovani (sindaco di Mesola) con 5.450 voti, Cristiano Di Martino (consigliere provinciale uscente) con 4.780 voti e Alan Fabbri (sindaco di Bondeno) con 4.759 voti.

Aggiornamento 29 settembre - Si svolgono oggi le elezioni provinciali a Ferrara. La scelta è caduta sul 29 settembre, perché coincide con l'anniversario della posa della prima pietra del Castello Estense, che vide l'inizio dei lavori di costruzione il 29 settembre 1385. Al più tardi domani si conosceranno i nomi del presidente e dei consiglieri provinciali eletti.

Il voto a Lodi

Elezioni Pronciali 2014 a Lodi Mauro Soldati nuovo presidente

Mauro Soldati è il nuovo Presidente della Provincia di Lodi. Come si legge su Il Cittadino, il segretario provinciale del Pd ha ottenuto oltre 52mila consensi che sono stati calcolati in base alle preferenze degli amministratori pubblici. Mauro Salvalagio, sindaco di Secugnano, ha ottenuto invece 27806 voti.

Elezioni Provinciali 2014: Sondrio


Elezioni Provinciali 2014 - Provincia di Sondrio

Il nuovo Presidente della Provincia di Sondrio è Luca Della Bitta (sindaco di Chiavenna). Lo scrive la Gazzetta di Sondrio, riportando il dato ancora ufficioso che vede Della Bitta (60,08%), sostenuto dalla lista "Il coraggio del futuro" prevalere su Franco Spada (39,92%), sostenuto dalla lista "Per il territorio Valtellina e Valchiavenna".

Hanno votato in 700 su 842 aventi diritto.

Elezioni Provinciali 2014: Vibo Valentia

Il nuovo Presidente della Provincia di Vibo Valentia è Andrea Niglia, sindaco di Briatico. Curiosa la situazione delle alleanze.

Briglia era sostenuto dalla lista Insieme per la Provincia di Vibo Valentia Adesso (composta da renziani del Pd, Ncd, Forza Italia, Fratelli d'Italia). I suoi avversari erano Sergio Rizzo (Sindaco di Maierato), sostenuto dalla lista "PD Amministratorei Vibonesi Indipendenti" e Giuseppe Raffele (consigliere comunale di Serra San Bruno) sostenuto da Udc e parte dell'Ndc (nella lista "Dalla parte giusta Ncd-Udc).

I risutati:

Andrea Niglia 456 voti
Sergio Rizzo 274 voti
Giuseppe Raffele 151 voti

Elezioni Provinciali 2014: Taranto

Elezioni Provinciali 2014 - Taranto

Il nuovo presidente della Provincia di Taranto è Martino Tamburrano (Forza Italia). Il sindaco di Massafra ha ottenuto il 63,8% dei voti, ovvero 277 preferenze contro le 174 del candidato del Pd Gianfranco Lopane.

Hanno votato 457 elettori su 474 aventi diritto.

Elezioni Provinciali 2014: Bergamo

Elezioni Provinciali 2014 - Bergamo

28 settembre 23.00: primo giro di aggiornamento. Il Presidente della Provincia di Bergamo è Matteo Rossi, in forze al Pd, che ha vinto sull'altro candidato (Beppe Pezzoni, sindaco di Treviglio), con il 59% dei voti.

Non è ancora nota la ripartizione dei seggi fra le quattro liste.

L'affluenza è stata del 74,59% degli aventi diritto (hanno votato 2.098 fra sindaci e consiglieri comunali), come riporta L'Eco di Bergamo.

Elezioni Provinciali 2014: il voto del 28 settembre

Elezioni Provinciali 2014 - Votano oggi, domenica 28 settembre, le province di:
Bergamo - Lodi - Sondrio - Vibo Valentia - Taranto
Domani, lunedì 29 settembre, votano invece gli elettori della provincia di Ferrara.

Come spiegavamo, sono chiamati alle urne solo i consiglieri comunali e i sindaci dei comuni delle Province interessate dal voto. Il voto è anche ponderato (proporzionalmente al numero degli abitanti dei comuni rappresentati da consiglieri e sindaci). In caso di parità di voti fra i candidati, viene eletto il più giovane.

Elezioni Provinciali 2014: date, come si vota, chi vota

elezioni Proviciali 2014

Elezioni Provinciali 2014. Scriverlo così, e poi rileggerlo, che fa quasi sussultare, al pensiero di quanta propaganda è stata fatta a proposito dell'abolizione delle Province. Ma come. Non erano state abolite? Il risultato non era stato acquisito con grande risparmio da parte dello stato? E invece, così come le Città metropolitane, le Province sono chiamate al voto, a partire da domenica 28 settembre fino a domenica 12 ottobre.

Si voterà per eleggere i Presidenti e i Consigli provinciali di 64 Province, tutte nelle regioni a statuto ordinario.

Il sistema di elezione è di secondo livello. Questo significa che non votano tutti i cittadini, ma solo i cittadini eletti (un po' come se si eleggessero tanti piccolo Presidenti della Repubblica, per spiegarlo in maniera semplice). Quindi, chi vota? I Sindaci e i Consiglieri comunali in carica, nonché (per questa prima tornata) i Consiglieri provinciali uscenti.

Viene applicata anche una forma di voto ponderato: questo significa che ciascun elettore vedrà il peso del proprio voto reso proporzionale al numero di abitanti che rappresenta. In soldoni, se si rappresenta un comune molto popoloso, il voto vale di più.

Quanto restano in carica, Presidente e Consiglio? Quattro anni il primo, due anni il secondo.

Ma si risparmia, allora? Dipende. Secondo Delrio (scrive La Stampa), il risparmio complessivo sarebbe di 3,5 miliardi di euro. Secondo l'Unione Province di 32 milioni. Chi avrà ragione?

Elezioni Provinciali 2014 - Le date del voto

Piemonte - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Alessandria
Asti
Biella
Cuneo
Novara
Verbano C.O.

Liguria - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

La Spezia
Savona

Lombardia - si vota in date variabili per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Bergamo, 28 settembre 2014
Lodi, 28 settembre 2014
Sondrio, 28 settembre 2014
Brescia, 12 ottobre 2014
Como, 12 ottobre 2014
Cremona, 12 ottobre 2014
Lecco, 12 ottobre 2014
Monza-Brianza, 12 ottobre 2014
Varese, 12 ottobre 2014

Veneto - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Belluno
Padova
Rovigo
Verona
Vicenza

Emilia Romagna - si vota in date variabili per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Ferrara, 29 settembre 2014
Modena, 4 ottobre 2014
Parma, 9 ottobre 2014
Forlì-Cesena, 12 ottobre 2014
Piacenza, 12 ottobre 2014
Reggio Emilia, 12 ottobre 2014
Rimini, 12 ottobre 2014

Toscana - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Arezzo
Grosseto
Livorno
Massa Carrara
Pisa
Pistoia
Prato
Siena

Marche - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Ancona
Ascoli Piceno
Fermo
Pesaro

Lazio - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Frosinone
Latina
Rieti

Umbria - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Perugia
Terni

Abruzzo - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Chieti
Pescara
Teramo

Molise - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Isernia

Campania - si vota in date variabili per l’elezione dei Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Avelino, 9 ottobre 2014
Benevento, 12 ottobre 2014
Salerno, 12 ottobre 2014

Basilicata - si vota il 12 ottobre 2014 per l’elezione di Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Matera
Potenza

Puglia - si vota in date variabili per l’elezione dei Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Foggia, 28 settembre 2014
Taranto, 28 settembre 2014
Barletta - Andria - Terni, 12 ottobre 2014
Brindisi, 12 ottobre 2014
Lecce, 12 ottobre 2014

Calabria - si vota in date variabili per l’elezione dei Presidenti di Provincia e Consigli Provinciali di

Vibo Valentia, 28 settembre 2014
Catanzaro, 12 ottobre 2014
Cosenza, 12 ottobre 2014
Crotone, 12 ottobre 2014

ferrara_elezioni_provinciali

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO