Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top News

Proteste scuola: il governo pronto a usare la forza contro l’ occupazione degli istituti. Berlusconi:”Mando la polizia nelle università. C’è una regia di sinistra”. Il Pd: “E’ un irresponsabile, alimenta la tensione”. Unione Studenti: “Dal premier parole sprezzanti”. Di Pietro: “Il premier fomenta una nuova strategia dell tensione”. Veltroni: “Sabato in piazza contro il governo della paura”.

Il nostro commento.
Non succede spesso in Italia che un presidente del Consiglio minacci pubblicamente l’uso della forza. Succede però con Berlusconi premier. In oltre 50 anni di governo la Dc usò la “celere” nel luglio ’60, con morti e feriti nelle piazze e con la conseguente caduta del governo e la fine del “centrismo”. Quando si arriva all’uso della polizia su un problema come quello della scuola (al di là dei pro e dei contro del decreto Gelmini), significa che un governo rischia di scollegarsi con una parte del paese reale e una nazione democratica deve interrogarsi nel profondo perché è sintomo di un male profondo. Si può aver ragione su tutto (e Berlusconi non ha ragione su tutto), ma senza la ricerca del dialogo e del confronto si entra in un vicolo cieco, si porta il paese in una strada senza ritorno. La leadership del premier sta nella saggezza, non nell’arroganza dei numeri della maggioranza. Il premier non minaccia, persuade. Se non ce la fa, si dimette e torna a casa.

Silvio Berlusconi
: “Dico chiaro un avviso ai naviganti: non permetteremo l’occupazione delle scuole e delle università. Oggi con il ministro dell’Interno studieremo gli interventi delle forze dell’ordine. La regia della protesta è della sinistra e dei centri sociali. I leader della sinistra dicono solo menzogne. Non ritireremo il decreto legge che è sacrosanto”.

Walter Veltroni: “Le minacce di Berlusconi contro gli studenti e gli insegnanti sono di una gravità inaudita. C’è un paese reale che protesta perché non crede alle bugie del governo e manifestano un malessere che dovrebbe essere compreso. Dietro alle minacce del premier c’è tutta la sua debolezza e tutta la sua arroganza. Basta con le minacce! Ritirare il decreto Gelmini”.

  • shares
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO