Riforma Gelmini: per Sanna (Pd) Berlusconi e il ministro dell'istruzione credono di trovarsi in un telefilm americano


La minaccia del premier Berlusconi di sollecitare il ministro dell'interno ad utilizzare la polizia per bloccare le eventuali occupazioni di scuole e università riporta alla mente situazioni sudamericane in cui, ad essere precisi, la “didattica applicata” veniva delegata agli squadroni dell'esercito. In attesa di scoprire che i famosi pattuglioni misti soldati-poliziotti servivano non tanto a reprimere la temibile emergenza sicurezza quanto a debellare le quinte colonne comuniste annidate nelle università e dietro le lavagne delle scuole elementari, registriamo le osservazioni di Francesco Sanna.

Secondo quanto dichiarato dal senatore del Partito democratico il premier Berlusconi e il ministro Gelmini “sembrano interpretare certi film americani, dove il poliziotto duro e quello comprensivo lavorano a far cooperare l'inquisito”: Berlusconi minaccia di scatenare Maroni contro contro i giovani che occupano le scuola "deviando pericolosamente dallo studente modello Berlusconi Silvio che giammai protestò mentre la Gelmini si accorge oggi, dopo aver accettato la manovra d'estate (nove minuti per approvarla) che destruttura l'Università italiana con un miliardo e mezzo di tagli in tre anni e che è opportuno discutere con rettori, professori e studenti”.

Il parlamentare Pd contesta anche i dati forniti dal presidente del Consiglio: l'Italia non investirebbe nell'istruzione l'8% del Pil (che rispetto al bilancio 2007 sarebbero 123 miliardi) avendo stanziato solo 42 miliardi.

Suona la campanella, tutti a lezione di matematica....

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO