La Riforma Gelmini - Tremonti vista dagli studenti [2]: Azione Universitaria


Gli studenti che si oppongono alla riforma occupano aule e facoltà per protestare contro i tagli e lo svilimento dell'università: cosa ne pensano i giovani di Alleanza nazionale? Si dicono contrari al blocco della didattica anche perché, quelle portate in piazza dagli “altri”, non sarebbero altro che bugie. Niente drammatici tagli all'orizzonte, nessuna trasformazione in fondazioni degli Atenei ma invece l'attivazione di un collegamento tra università e mondo produttivo:

In questi giorni nelle università si protesta per i cosiddetti "drammatici tagli" al FFO (Fondo di Finanziamento Ordinario) che il governo avrebbe operato. Questo non è vero, infatti la finanziaria del 2006 (In pieno governo Prodi) prevedeva un FFO di 6.820.698 milioni di euro, mentre quella di quest'anno lo ha alzato a 6.893.577 milioni di euro, sicuramente non è abbastanza, ma non possiamo parlare di tagli. Tagliamo dove bisogna tagliare, facciamo nuovamente respirare questa università.

La legge 133 specifica che le Università possono deliberare di diventare fondazioni, non hanno nessun obbligo di diventarlo. Per la prima volta verranno introdotte penalità per gli Atenei che hanno tasse studentesche troppo alte. Finalmente si potrà avere una più stretta collaborazione tra Università e mondo produttivo, attraverso delle collaborazioni, permettendo agli studenti di avere la possibilità di maggiori sbocchi lavorativi.

Il prossimo post sarà dedicato alla posizione dei Collettivi Universitari.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO