Servizio Pubblico, puntata 2 ottobre 2014

La puntata di Servizio Pubblico del 2 ottobre 2014 in diretta

00.08 Finisce la puntata.
00.05 Si chiude con le vignette di Vauro.

piantre ed

23.59 Mastella: "È stato il Csm a trasferirlo, non io". Pubblicità.
23.58 Travaglio: "Non sapremo mai se De Magistris era un bravo pm o meno: gli hanno scippato tre inchieste, che ha concluso un altro pm". De Magistris: "Le motivazioni della sentenza non sono state comunicate, ma Mastella sembra già di conoscerle".
23.56 Mastella precisa: "De Magistris si è occupato di me dopo che io ho chiesto il suo trasferimento".
23.55 Mastella: "De Magistris mi ha fatto del male. Che sia stato condannato non me ne frega niente. Mi ha infilzato, non è un eroe del bene. È uno che ha fatto una serie di caxxate".
23.53 Mastella: "Io mi dimisi, De Magistris no. È un problema suo".
23.51 Travaglio: "La legge Severino è chiarissima, la sospensione è un atto dovuto. De Magistris dovrebbe dimettersi: farebbe un figurone; non è accusato di aver rubato, ma di aver autorizzato il suo consulente tecnico ad acquisire i tabulati".
23.45 L'attacco alla magistratura, De Magistris: "Non ho mai attaccato la magistratura. Sono sottoposto da anni al controllo della magistratura. Sono l'unico sindaco italiano indagato per le buche stradali. Credo all'autonomia della magistratura. Credo di aver subito un'ingiustizia clamorosa. Impugnerò la sospensione. Dimissioni? Rispetto gli effetti giuridici della legge, ma ho visto fare le peggiori nefandezze da persone interne alle istituzioni. Le dimissioni sono un fatto etico. Rispetto la magistratura; nella mia vita ho sempre fatto il mio dovere. Io farò il sindaco per strada, anche se formalmente sospeso".

LUIGI de magistris

23.43 De Magistris: "Io nomi e cognomi li ho fatti. Forse per quello pago ancora oggi. Sono stato sentito 93 volte dai magistrati di Salerno. Non rispondo a Mastella, non voglio fare polemica. La sua iscrizione era un atto dovuto, lo hanno detto i magistrati di Salerno".
23.41 De Magistris va fuori tema: "Ci sono tre vittime della Bce oggi: la città di Napoli, le forze dell'ordine e i giovani".
23.39 De Magistris in collegamento. In onda un servizio con le opinioni di alcuni napoletani.
23.36 Mastella: "De Magistris sta facendo un casino dopo la condanna, è pazzesco".
23.33 Mastella: "De Magistris non è un eroe; ha messo alla gogna molte persone con le sue iniziative. È uno che chiedeva tabulati senza autorizzazioni. La Cassazione ha detto che De Magistris faceva le cose con grande enorme approssimazione. Ha sbagliato, altro che Poteri forti".

mastella travglio

23.31 Mastella: “Sono sereno. Io non c’entravo un cacchio con le vicende per cui sono stato tirato in ballo. Infatti il gip mi ha prosciolto. Non c’erano elementi”.
23.31 Clemente Mastella in studio.
23.28 Sulla condanna di De Magistris: "Avrebbe dovuto capire già dal numero del telefono che lo usava il politico. È stato condannato perché non è un medium":

Ricordate la profezia di Chiaravalloti? “De Magistris passerà la vita a difendersi”. Bene, l'han condannato a Roma in I grado per abuso d’ufficio, e sospeso da sindaco per la legge Severino. Condannato anche il suo consulente Genchi.Che faceva Genchi? Secondo i giornali, intercettava illegalmente politici e conservava milioni di file illegali in un archivio illegale con metodi illegali. Ma dovete sapere invece che 1) Il metodo Genchi è servito alle indagini su Capaci e via d'Amelio, e per questo gli hanno dato medaglie. 2) Genchi non ha mai intercettato nessuno 3) La condanna riguarda i tabulati di 8 deputati – tra cui Prodi, Mastella e Rutelli – usati senza chiedere l’autorizzazione della Camera. Ma, per farlo, uno avrebbe dovuto sapere che il tabulato corrispondeva al telefono di un deputato. E se il telefono è intestato alla Camera e lo usa un funzionario, un portaborse, o la moglie del deputato? Per usare i tabulati dei deputati devi quindi chiedere l'ok; ma per farlo devi sapere che il telefono lo usa il deputato, ma come fai a sapere che lo usa il deputato senza il tabulato?

23.26 Travaglio difende anche Genchi, condannato insieme a De Magistris una settimana fa.
23.24 Travaglio: "A De Magistris hanno scippato tre inchieste su tre". Ed ancora: "Ora Mastella si sta prendendo la rivincita. Tuona: Why Not ha cambiato la storia politica italiana! E Libero: “Mastella fu costretto a dimettersi e Prodi cadde per Why Not”. E Rutelli: “Why Not e la compravendita dei senatori sono stati all'origine di 5 anni di Berlusconi. Questa è storia”. No, queste sono balle".
23.22 Travaglio si giustifica: "Ad Annozero abbiamo parlato di un fatto nuovo: tutti contro un magistrato".
23.18 Marco Travaglio ripercorre la vicenda di De Magistris, dal 2005 in poi:

Nel 2005 l'ex Presidente di giunta della Calabria Chiaravalloti disse su De Magistris: lo dobbiamo ammazzare. De Magistris stava indagando sulle ruberie di miliardi pubblici per formazione professionale e depuratori.

marco travaglio 2

23.12 Santoro cita la lettera di Celentano nella quale chiede la grazia per Fabrizio Corona. E offre la sua disponibilità per occuparsi di questa vicenda. Pubblicità.
23.11 Bernard: "Gli italiani dicono che noi rubiamo il lavoro, ma gli italiani sono stati immigrati in passato".
23.06 Santoro: "Quando non lavori come dicono loro, ti mandano via". Bernard: "Sì e ci dicevano anche: negri di merd@". Intanto i lavoratori sono in sciopero da più di 4 mesi.
23.04 Bernard spiega: "Lavoravo per una cooperativa ma era l'azienda che decideva tutto, dagli orari al permesso di andare in bagno. Otto ore di lavoro giornaliera, puoi andare in bagno 1 sola volta nella pausa".
23.00 L'operaio Bernard in studio racconta la sua esperienza nella Dielle, che si occupa del recupero di rifiuti plastici.
22.57 Oggi, a Napoli, le forze dell'ordine hanno sperimentato per la prima volta la telecamera sulla divisa.

agente

22.54 Collegamento in diretta da Napoli. Delusi dalla scarsa affluenza? Risponde una organizzatrice: "No, da qualche parte bisogna iniziare. Numeri non gloriosi, ma una parte di questa città vuole ribellarsi alle politiche di sfruttamento dei lavoratori che sta adottando il governo Renzi".
22.50 Si riparte dalla manifestazione odierna contro la Bce.

coteo

22.44 L'appello di Della Valle: "Ragazzi, non è vero che è l’ultima spiaggia. Dobbiamo vigilare e avere la forza di dire che devono andare a casa". Pubblicità.
22.43 Della Valle: "Renzi non mi ha mai chiesto un aiuto economico. E io mai gli ho chiesto di aiuti per Italo".
22.41 Della Valle: "Oggi corriamo il rischio che ci non sia una contrapposizione di idee. Mi metto a disposizione, voglio costruire uno strumento dove la gente possa confrontarsi e contare".
22.34 Della Valle: "Non credo che Renzi faccia un passo indietro. Se presenta un piano serio, vero, utile al Paese, con date certe; se fa un piano industriale sul turismo, se instaura un rapporto civile con la classe politica, allora rimarrà altrimenti va a casa. Se non lo fa Napolitano ci deve dire perché ha mandato a casa Berlusconi, Monti, Letta. Le opportunità ci sono eccome".
22.31 C'è un patto tra Renzi e Berlusconi per spartirsi il Colle e, forse, la Rai? Della Valle: "Renzi e Verdini sono due persone pragmatiche, non hanno a cuore il Paese. Per loro è un'occasione ghiotta".
22.29 Della Valle è un fiume in pieno: "Renzi? Inebriato dal volo di Stato, che forse non sa nemmeno quanto costa. È andato in Silicon Valley per fare una gita”.
22.28 Della Valle propone un referendum per decidere se rivedere in Italia le "famiglie di sfaticati e opportunisti" come quelle di Marchionne.
22.26 Della Valle: "Renzi dovrebbe sapere che la gente è piena di dignità, ma ha i frigoriferi vuoti". Ed ancora: "Gli 80 euro è stata una boutade mediatica".
22.25 Della Valle: "I poteri forti ormai non ci sono quasi più. Tranne qualche vecchio banchiere che sta lì e finge di contare ancora".

della valle la7

22.24 Della Valle: "Io ero in trincea contro i veri poteri forti, i vari Cuccia, Romiti, mentre Renzi cantava intorno al fuoco dei boyscout".
22.21 Della Valle precisa: "Non ero il consigliere di Renzi, ma quando mi è capitato gli ho dato dei consigli".
22.16 L'intervento di Gianni Dragoni. Che parla anche del matrimonio di Carrai.

Grandi fondi speculativi sono attratti dalle aziende pubbliche che si possono privatizzare; secondo alcuni banchieri potrebbe essere conveniente. Molti di questi banchieri erano presenti sabato al matrimonio di Marco Carrai, il braccio destro di Renzi.

22.15 Perché le foto di Renzi e la moglie Agnese sono finite su Chi, edito da una società di Berlusconi?
22.12 Foto della Boschi in costume, Barchielli: “Non me ne intendo di queste cose, sono il fotografo di Palazzo Chigi".
22.10 Tiberio Barchielli, noto paparazzo, ora è fotografo ufficiale di Renzi.

tiberio marchielli

22.07 In un reportage le impressioni dei cittadini toscani sulle foto di Renzi e Boschi sui rotocalchi rosa.
22.01 Fornero: "Perché vogliamo eliminare l'articolo 18, cioè la possibilità di un giudice di decidere laddove c'è una controversia? La mia riforma ha ridotto le incertezze perché ha stabilito un processo del lavoro più rapido e messo un tetto all'indennizzo". Pubblicità.
22.00 Fornero intervistata da Innocenzi: "“Oggi i datori di lavoro sul tempo determinato hanno tutta la flessibilità che vogliono. Oggi si rischia che il lavoro non sia sufficientemente produttivo".
21.57 Della Valle: "Renzi è andato in tilt. Il 40% dell'Europee non è un risultato che appartiene tutto a lui". Boschi: "Ragazza perbene ma completamente inadatta". Su Verdini: "A Firenze tutti sanno chi è".
21.57 Della Valle: "Smontare Renzi non è un divertimento. Lui sta diventando un pericolo".
21.53 Tfr in busta paga? Della Valle: “Il Tfr è una garanzia per la vecchiaia, è un aiuto per i figli. Far spendere quei soldi prima, mi preoccupa. Non mi piace. Ma non avevamo detto che avremmo tagliato i costi, la burocrazia?”. Articolo 18? "Io sono vittima dell'articolo 18 nella mia azienda. È questo il momento di fare una finta guerra sull'articolo 18? In questo governo tutto è mediatico".
21.52 L'imprenditore continua: "Renzi ha detto una tonnellata di cose, ma non ha ottenuto nulla".
21.50 Della Valle: "Sarei contento che oggi ci fosse stato un trionfo di accoglienza per Renzi in Inghilterra. Dire 4 cose, prendere l'aereo di Stato e tornare a casa senza aver deliberato nulla è un dramma".
21.48 Della Valle insiste contro Renzi: "Mangiarsi quel gelato a Palazzo Chigi non so se ha aiutato la nostra credibilità internazionale o se ci ha fatto sembrare dei buontemponi che sono bravissimi quando c'è da scherzare e non quando ci sono cose serie da fare. Quella roba ci ha fatto malissimo".
21.47 Della Valle: "Il problema grosso per noi oggi è la credibilità internazionale".
21.47 Della Valle: "Berlusconi finalmente si gode la vita, facendo il Presidente mentre Renzi governa".

dael

21.44 Della Valle: "Oggi abbiamo bisogno di gente preparata. Con quelli carini magari poi ci andiamo a cena".
21.43 Della Valle critica Renzi: "Ho visto dire 'Enrico stai sereno' e dopo qualche giorno vederlo mandare a casa. Era importante che si facesse una squadra di governo preparata. Se escludete alcuni casi, molte persone non sono adeguate. Molti sono partiti da paesetti vicino a Firenze, sono arrivati a Milano e sono stati messi in quei posti solo per l'amicizia con Renzi".

21.37 Diego Della Valle in collegamento:

In questi giorni sono partiti all'attacco molti pitbull della comunicazione. Vogliono che io mi occupi di altro. Negli ultimi due anni si è costruito il mio rapporto con Renzi; è sempre stato un ragazzo corretto, simpatico. Un ragazzo giovane, ma vecchio politico. Scafato, uomo di mondo, politico navigato. Tutte le volte che mi ha chiesto di vederci, per chiedermi consigli, ho sempre accettato. I consigli che gli davo io erano: "occupati del partito, non fare il Presidente del Consiglio, lascialo fare a Letta, fatti un po' di esperienza. Preparati una bella squadra, fatti un'agenda internazionale, poi vai al voto e se vinci avrai un Paese da gestire".

21.35 I militanti del Pd si indignano quando il conduttore sul palco della Festa del Pd chiede a Boschi se sia single o meno.
21.30 Le parole di chi vive a Scampia, senza lavoro. In contrasto le immagini della Boschi alla Festa del Pd.

SSR

21.28 Quindi le immagini della manifestazione odierna a Napoli per protestare contro l'austerity e Bce.
21.25 In onda un reportage, che raccoglie le parole di alcuni giovani all'interno di un centro sociale napoletano.
21.20 Pubblicità.
21.19 Santoro: "Papa Francesco lo chiama Stato sociale, il ministro Padoan invece lo chiama spesa pubblica. La droga fa parte del Pil, non è uno scherzo. Quei giovani delinquenti contribuiscono al Pil del nostro Paese".
21.18 Santoro: "Napoli è la provincia più giovane d'Italia".
21.15 Santoro: "Io non ci posso credere il nostro Presidente del Consiglio con tutto quello che ha da fare ha trovato il tempo di guardare la nostra trasmissione. Ha detto: lo sappiamo che ci sono le rapine, il traffico di dorga. Ma Napoli è un'altra cosa. Presidente Renzi, questo ritornello che siamo il Paese più bello d'Italia mi ricorda Forza Italia".

michele snatoro la7

21.14 Santoro entra in studio sulle note di Ligabue.

diego della valle

La puntata di stasera (ore 21.10, La7) di Servizio Pubblico si intitola Lo sfidante; non a caso ospite di Michele Santoro sarà l'imprenditore Diego Della Valle, che nei giorni scorsi ha attaccato il Premier Matteo Renzi annunciando un suo possibile impegno attivo in politica. Nel corso della serata ci sarà spazio anche per Luigi De Magistris, il sindaco di Napoli sospeso dopo la condanna a 15 mesi per abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta Why Not.

PolisBlog seguirà in tempo reale tutta la puntata, alla quale prenderanno parte anche i giornalisti Marco Travaglio e Gianni Dragoni e il vignettista Vauro. Alla conduzione, ovviamente, Michele Santoro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO