Elezioni Presidenziali Brasile 2014: Marina Silva appoggia Aecio Neves

L'importante è far perdere Dilma Rousseff.

Il fenomeno Marina Silva si è sgonfiato nella notte in cui sono stati resi noti i risultati del primo turno delle elezioni presidenziali in Brasile. Settimane a parlare della sua rimonta, del suo sicuro approdo al ballottaggio, dove avrebbe potuto anche battere la presidente in carica, e invece il tutto è finito nel nulla, visto che a passare il turno è stato il candidato conservatore Aecio Neves.

La candidata ambientalista sconfitta sta evidentemente meditando propositi di vendetta contro Rousseff, avendo dichiarato il suo appoggio al secondo turno proprio per il candidato del centrodestra, andando contro quella che sembrerebbe una logica politica base che avrebbe portato a un appoggio dato alla candidata del Partito dei Lavoratori, o almeno a una "non indicazione di voto" per il ballottaggio del 26 ottobre (com'era già avvenuto nelle scorse elezioni, quando Silva al primo turno aveva ottenuto il 19%).

Certo, ci sono delle condizioni affinché questa indicazione di voto possa consolidarsi, tra cui una riforma che costringa il presidente a svolgere un solo mandato, investimenti nell'istruzione per il tempo pieno nelle scuole e una politica di sviluppo sostenibile nei confronti della Foresta Amazzonica. Punti che, fatta eccezione per il primo, avrebbero forse trovato spazio anche nel programma di Dilma Rousseff, ma si sa che l'odio tra le due è di vecchia data e la campagna elettorale, in questo senso, non ha certo aiutato.

L'alleanza politica tra Neves e Silva, quindi, sembra essere esclusivamente in ottica anti-Rousseff, e fa tanto più impressione se si considera che il Partito dei Lavoratori di Lula e Rousseff fu fondato anche da Silva, negli anni ottanta, ai tempi della dittatura militare, quando lei era nel sindacato dei raccoglitori di caucciù assieme a Chico Mendes. Oggi invece si schiera con il candidato amato dai mercati finanziari, di impronta nettamente liberista e votato dal ceto medio produttivo. Non è (ancora) dato sapere, però, cosa ne pensino i suoi elettori di questa indicazione di voto.

BRAZIL-ELECTION-PRESIDENT-DEBATE-ROUSSEFF-SILVA

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO