Virus - Il contagio delle idee, la puntata del 9 ottobre 2014

La 5° puntata della quarta edizione del programma di Nicola Porro.

virus 9 10 14 4

00:04 la puntata di stasera termina qui.

virus 9 10 14 12

23:51 intervista finale a Lavinia Biagiotti. Alcune sue dichiarazioni: "In molti ci chiedono come facciamo a gestire un mercato globale in due. Siamo molto flessibili. Abbiamo reagito in momenti difficili. Il lusso non è mai in crisi. Questa fascia resiste. La ricchezza si è spostata. Bisogna solo seguirla. Uno dei grandi problemi del nostro paese è il futuro. Noi partiamo tutti i giorni da un foglio bianco per creare qualcosa di nuovo. E' una peculiarità italiana. Delusa dalla città di Roma? Delusa mai, sono ottimista ad oltranza".

virus 9 10 14 11

23:33 Renzi: "Questa non è una guerra di religione. E' un vero e proprio genocidio davanti al quale non puoi girare la testa. Ci sarà un nostro maggior coinvolgimento nelle prossime settimane". Inizia lo spazio dedicato all'arte a cura di Vittorio Sgarbi.

23:22 Renzi: "Bisogna iniziare a raccontare anche le realtà forti qui in Italia. C'è tanta bellezza in Italia che non viene colta, soprattutto nei talk show. Quelli che sperano nel fallimento dell'Italia, io li combatto". Parte un filmato dedicato alla propaganda dell'Isis.

23:17 Renzi: "La forza dell'Italia è la gente che, dopo aver subito queste ingiustizia, riparte con il sorriso sulle labbra perché sa che l'Italia è più forte. Noi butteremo via il superfluo". Barbara Serra: "Il nostro è un paese amato ma è un paese che sorprende per la sua difficoltà a cambiare. C'è stato un esodo dei ragazzi italiani qui in Inghilterra. C'è una differenza di mentalità tra anglosassoni e italiani. Possiamo anche cambiare le norme ma bisogna cambiare la mentalità degli italiani".

virus 9 10 14 10

23:14 In studio, c'è un'altra piccola imprenditrice, Elena Balli: "Mi è arrivata una multa di 400 euro per aver affisso dei poster fuori dal negozio". Renzi: "Bisogna eliminare le norme che non funzionano. Tutto ciò è dentro la riforma della Pubblica Amministrazione".

23:09 Renzi: "Il Tfr? La nostra idea è consentire in libertà di avere la mensilità immediatamente in busta paga. Questa operazione la faremo solo se la piccola impresa potrà avere i soldi in maniera agevolata. La lotta all'evasione? Come la fai? La cultura del sospetto è allucinante. Siamo già tracciati su tutto, la caccia all'uomo è inutile".

23:01 Renzi: "Da quando siamo al governo, abbiamo cominciato a ridurre le tasse. Bisogna ridurre il peso delle organizzazioni che intervengono con quei corsi "farlocchi" come il corso anti-incendio. Ma anche la riduzione del numero dei politici è un segnale. Bisogna semplificare".

virus 9 10 14 9

22:58 Renzi: "Ridurre le province? Non licenzierò mai oggi un dipendente delle province per il gusto di farlo. Noi abbiamo il più alto numero di politici. La riduzione del numero dei politici è una priorità e non è un attentato alla democrazia. Noi ne abbiamo mille e sono troppi".

22:52 in studio, c'è Caterina D'Urso, una piccola imprenditrice: "I principali problemi di un'impresa come la mia sono la burocrazia e la tassazione esagerata. Chi fa impresa in Italia, ha sempre il terrore dei controlli. Ho preso solo una multa discutibile di 250 euro. Mi sento una miracolata. Fare ricorso costa più della multa. Se io avessi saputo prima tutto ciò, non avrei mai rilevato un bar". Renzi risponde: "Nel Jobs Act ci sono due misure di cui non si parla: la prima è una norma che dice che nelle aziende non si può andare a fare i controlli tutti insieme in una sola volta; la seconda riguarda la semplificazione che è una questione che viene ancora prima delle tasse".

22:40 Renzi: "Stiamo pensando di mettere la fiducia sulla legge delega. Il problema fondamentale è che questa riforma del mercato del lavoro elimina la discrezionalità del giudice davanti ad un licenziamento: il giudice non ti fa riassumere, lo Stato rimette in gioco il lavoratore. Le persone che hanno avuto il reintegro grazie all'art.18 sono meno di 3mila. Questa riforma consente di avere contratti più semplici, di garantire gli stessi diritti e doveri alle persone. Il decreto Poletti è stato fatto. Ma non ne parla più nessuno".

virus 9 10 14 8

22:34 Renzi: "Io non credo di avere nemici. Dopo anni di ubriacatura ideologica, io non penso che chi mi contesta, è un mio nemico. A me dispiace quando qualcuno scommette sul fallimento dell'Italia. Se attaccano me, non mi importa. Se non ce la faccio, torno a casa. Che problema c'è? A me non va bene che qualcuno pensa che l'Italia non ce la possa fare. All'estero, l'Italia è vista come un paese straordinario".

22:29 Renzi: "Noi incassiamo 23 miliardi di Irap. Abbiamo deciso di tagliare il 10%. Questa misura sarà accompagnata da un'altra misura: l'investimento sul contratto a tempo indeterminato. Chi assume un lavoratore a tempo indeterminato, pagherà meno contributi. Inoltre, bisogna attrarre investimenti stranieri. Come li porti in Italia? Riformare la giustizia civile, riforma la Pubblica Amministrazione e riformare il Titolo V". Moscetti: "Bisogna ridurre il cuneo fiscale". Renzi: "Per ridurlo, devi far pagare meno tasse al lavoratore, ossia gli 80 euro, e far pagare meno tasse all'imprenditore, ossia il 10% in meno di Irap. Basta? No, non basta ma è l'inizio". Parte un servizio dedicato ai poteri forti nemici di Renzi.

22:20 Renzi: "La diminuizione delle tasse si sta cominciando a vedere. Nessuno ha cambiato il paese con uno schiocco di dita". Moscetti: "Mi permetto di dare al premier un consiglio: segmentare le persone che lavorano nei servizi dalle persone che lavorano nella parte produttiva. Se fossi premier, la priorità assoluta è il lavoro. Bisogna agevolare le attività maggiormente people intensive. Presidente, tutto quello che ha detto, lo condivido ma lo sento dire da anni".

virus 9 10 14 7

22:16 Renzi: "Le municipalizzate? Ogni sei mesi a Roma, cambiano le norme sulle partecipate. L'obiettivo è quello di dare un messaggio: aggregare le partecipate. Quelle pronte ad aprirsi al mercato, le aiutiamo ad aprirsi al mercato. Arriveremo a mille aziende".

22:13 Renzi: "Imu e Tasi: in tutto il mondo si paga una Local Tax. Noi dobbiamo arrivare ad un sistema in cui è il cittadino a poter scegliere quale tassazione locale pagare in base ai servizi che riceve. Le sigle che ci sono oggi non sono chiare. Noi dobbiamo dare certezze ai sindaci, togliere loro le scartoffie burocratiche".

22:10 Renzi: "Io non ero in parlamento quando hanno rimesso l'Imu. Io sto cercando di abbassarle le tasse. C'è l'ipotesi di aumentare l'Iva? No. Esiste una questione di abbassamento della pressione fiscale. E' una scommessa che stiamo lentamente portando a casa. Gli 80 euro ci saranno anche nei prossimi anni. Non è stata una misura-spot. I consumi sono cresciuti. Non si può valutare una misura nel giro dei due mesi. Gli 80 euro sono una misura di giustizia".

virus 9 10 14 6

22:04 Renzi: "Io condivido la riflessione che bisogna fare molto di più degli 80 euro. Bisogna ridurre le tasse sul lavoro. La tassazione è alta e anche "incasinata". Non si è mai visto prima un governo che ha iniziato a tagliare le tasse. Le tasse le abbiamo ridotte solo noi. Non le abbiamo aumentate".

21:57 Renzi: "Gli 80 euro sono stati considerati la mancia elettorale di Renzi. Il 41% delle europee non è frutto degli 80 euro. Gli italiani non si fanno comprare da 80 euro. Gli 80 euro sono stati il primo segnale per provare a ridurre le tasse".

21:51 Renzi: "Noi abbiamo la necessità di portare a casa le riforme che abbiamo in cantiere ma c'è un treno a parte: un gigantesco problema di fiducia degli italiani. Nonostante la crisi, crescono i risparmi. Perché? Perché cresce la paura. Non c'è più la fiducia. Noi dobbiamo far sì che le persone in difficoltà siano accompagnate".

virus 9 10 14 5

21:45 Renzi: "Landini vuole occupare le fabbriche, io voglio tenerle aperte, evitare che chiudano. Se qualcuno pensa che io non vado per fabbriche perché c'è tensione, io le fabbriche me le faccio una ad una. Noi stiamo cambiando le regole della maternità e degli ammortizzatori sociali". Moscetti: "Io sono rappresentante di una classe dirigente che ha fallito. Dare responsabilità ai politici è una semplificazione. La squadra ha perso e in questa squadra, c'eravamo tutti. Il sindacato è mio alleato perché la mia azienda funziona".

21:40 Renzi: "Noi stiamo portando a casa risultati. E' una salita difficile e impegnativa. La bellezza di questa sfida è che sento dalla mia parte la stragrande maggioranza delle persone perbene. A questo giro, si stanno facendo le cose sul serio. Se i magistrati ce l'hanno con me, sono affari loro. Io non ce l'ho con i magistrati. Ridurre le ferie di 15 giorni non è un attentato alla democrazia. Bisogna fare i sacrifici, devono iniziare i politici, i sindacalisti, gli imprenditori furbi e la pubblica amministrazione".

21:37 parte un filmato dedicato ai dipendenti di Camera e Senato che non vogliono saperne di tagli. Matteo Renzi è in studio: "Noi stiamo tentando di fare dei tagli e ci stiamo riuscendo. Con il tetto dei 240mila euro, mi sono preso gli insulti dei magistrati, mi hanno accusato di ledere la dignità delle persone. Dal punto di vista macro-economico, questi tagli sono noccioline, ma per la gente è un segnale importante. Per chiedere sacrifici, bisogna essere credibili. Anche le auto blu sono state dei segnali".

virus 9 10 14 3

21:29 in collegamento c'è Barbara Serra: "La crisi c'è stata anche qui in Inghilterra che ora è in fase di recupero. Le tasse dipendono molto dal comune in cui vive. Gli affittuari possono pagare da mille a duemila sterline all'anno".

21:27 Giordano: "Bisogna agire sulla spesa pubblica". Moscetti: "La situazione è difficile. Abbiamo un pregresso che gli altri paesi non hanno. Facciamo una maratona con in tasca chili di piombo. Abbiamo visto immagini importanti. Quando la casa è inutilizzabile, non bisognerebbe pagare nessuna tassa. Stiamo spendendo soldi in opere inutili come l'Aeroporto di Firenze".

21:25 in studio, c'è Mario Giordano, in collegamento, Franco Moscetti. Parte un filmato dedicato alle case demolite per incapacità di pagare l'Imu. Giordano, in studio: "E' l'immagine del paese distrutto materialmente dal Fisco".

virus 9 10 14 2

21:18 Nicola Porro e il suo editoriale: "Matteo Renzi è il Mr. Wolf di Pulp Fiction. Renzi ha trovato i settori sui quali intervenire ma cosa ha fatto? Gli amici di Renzi sono gli invisibili, le partite Iva, le piccole imprese?". Parte un filmato riguardante la bagarre in Senato dopo la fiducia alla riforma del lavoro.

virus 9 10 14 1

21:13 inizio trasmissione. La puntata di oggi si apre con immagini di Mario Monti, Enrico Letta e Matteo Renzi e la canzone Parole, parole, parole come sottofondo.

Virus - Il contagio delle idee, 9 ottobre 2014 | In diretta dalle ore 21:10

virus 2 10 14 4

Questa sera, a partire dalle ore 21:10 su Rai 2, andrà in onda una nuova puntata di Virus - Il contagio delle idee, il programma di approfondimento politico condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il tema della puntata di questa sera è La scommessa di Renzi e tutti i suoi nemici.

La puntata di stasera vedrà ospite il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. In studio, ci sarà anche il giornalista Mario Giordano mentre, in collegamento, saranno presenti il manager-imprenditore Franco Moscetti e la corrispondente di Al Jazeera English a Londra, Barbara Serra.

Gli argomenti che si affronteranno durante la puntata saranno il Jobs Act, il Tfr in busta paga, le resistenze dei poteri forti e della minoranza del Partito Democratico e i problemi delle partite Iva e dei proprietari di una casa.

Durante la puntata di stasera, inoltre, sarà trasmesso anche un filmato eccezionale sulla guerra dell'Isis.

Assisteremo anche alle consuete rubriche del programma come il fact-checking di Virus, la Social Room con Greta Mauro e la lezione d'arte di Vittorio Sgarbi.

Al termine della puntata, Nicola Porro intervisterà la stilista Lavinia Biagiotti.

Polisblog seguirà la puntata in diretta, riportando in tempo reale tutte le dichiarazioni.

Appuntamento a partire dalle ore 21:10.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO